Binotto: “Ferrari: più grip e niente DAS”

0
Ipotesi rinvio nuovi regolamenti, Binotto: “Dobbiamo agire nell’interesse dello sport”
Mattia Binotto e Sebastian Vettel durante la conferenza stampa

Binotto: “Ferrari: più grip e niente DAS”


Mattia Binotto e Sebastian Vettel, nella conferenza stampa tenutasi oggi alle 15, hanno provato a rispondere alle tante curiosità dei giornalisti presenti. Molti si aspettavano un annuncio riguardo alla permanenza del tedesco in Ferrari. C’era chi ipotizzava un rinnovo, chi un imminente ritiro, a stagione finita. Invece, come era logico, si è parlato prevalentemente della nuova SF1000 e del comportamento della vettura nel corso dei test. Innanzi tutto il team principal di Maranello affronta la chiacchierata questione Sebastian, affermando:

Vettel è la nostra prima scelta. Dobbiamo capire che cosa è meglio per il progetto. Presto scioglieremo questo nodo. Con Sebastian la relazione è molto buona, ci siederemo a cena insieme, davanti a un bicchiere di vino rosso e proveremo a capire che cosa sia meglio per entrambe le parti.”

Non bastassero le dichiarazioni di Binotto, anche Vettel ribadisce il concetto, sottolineando quanto ancora ami il proprio lavoro e sia determinato a svolgerlo al meglio: “Amo guidare. Quando sono tornato in auto, le scorsa settimana, ero particolarmente emozionato. Sono qui per vincere. Ho raggiunto la Ferrari per vincere il campionato, ma non lo abbiamo ancora fatto. Tuttavia la determinazione è intatta. Questo però non è il momento giusto per parlare del mio futuro. Quel tempo verrà presto. Ma ora la priorità è la macchina. Apprezzerei molto se questa fosse l’ultima domanda a riguardo.”

Dopo aver fatto chiarezza in merito alle voci sul prossimo futuro del pilota di Heppenheim, Binotto concentra l’attenzione sulla vettura e sulla metodologia che intendono seguire nel corso di questi giorni di test: “Questa settimana, in particolare, stiamo lavorando sul set-up per capire come ottenere il meglio dalla monoposto. l’anno scorso sono stati commessi errori, quindi abbiamo cambiato l’approccio, imparando la lezione dal passato. L’affidabilità non ci preoccupa, il problema della scorsa settimana non è stato nulla di allarmante, riguardava solo la lubrificazione. Infatti oggi guidiamo con il motore utilizzato nella prima sessione di test. La macchina è complessivamente più veloce dello scorso anno, siamo generalmente migliori in curva. Abbiamo raggiunto questo grazie a una maggior aderenza. Per questo paghiamo in rettilineo. Dobbiamo lavorare sul bilanciamento della vettura.”

Binotto: "Ferrari: più grip e niente DAS"
la Ferrari SF1000 di Vettel durante i test pre-stagionali a Barcellona

Vettel gli fa eco sottolineando i progressi e dicendosi fiducioso sulla possibilità migliorare ulteriormente in vista dell’inizio del campionato: “Sento che la macchina è molto migliorata in curva. Specialmente per quanto riguarda le curve veloci, come curva 9, ad esempio. Abbiamo decisamente più grip. Naturalmente ci piacerebbe essere in una posizione più favorevole. C’è ancora molto da fare, ma sappiamo da dove partire. Del resto, la stagione non è ancora iniziata.”

Da ultimo, non poteva mancare una domanda riguardo al famigerato DAS, il sistema rivoluzionario utilizzato da Mercedes. Binotto ammette: “Come sempre i top team sono davanti a tutti. I nostri avversari sono molto veloci, specialmente Mercedes. I loro giri veloci nei test sono stati davvero impressionanti. Sembrano anche particolarmente affidabili. Non ci sono dubbi che, al momento, abbiano la vettura più veloce. Il DAS è qualcosa a cui avevamo pensato in passato, ma avevamo dubbi sulla sua regolarità e sulla sua effettiva capacità di migliorare la performance. Dunque vi comunico che non lo installeremo sulla Ferrari.”

Autore: Veronica Vesco@veronicafunoat

Foto: Alessandro Arcari@berrageizf1

Il candore di un foglio bianco che m'invita alla scrittura. Il fragore di una monoposto rossa che accende la mia natura. Due colori tratteggiano il mio profilo fin dall'infanzia. Due colori capaci di accompagnarmi nel tempo, assumendo molteplici tonalità, sfumate dagli eventi della vita. Da una penna a una tastiera. Da un'auto a pedali agli autodromi. Da una laurea in Lettere al primo libro. Sempre nel segno di una Ferrari. Sempre con il sogno di cavalcare le mie passioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui