Analisi Tecnica Williams FW43: nuova sospensione POU e più compattezza dei sidepost

0
Williams FW43

Analisi Tecnica Williams FW43: nuova sospensione POU e più compattezza dei sidepost 

L’impresa non è certo quella delle più facili, ma risalire la china e lasciare l’ultimo posto della classifica, per la Williams, è e dev’essere l’obbiettivo primario della stagione 2020 di Formula Uno. Qualche ora fa sono state rilasciate le prime immagini dell’ultima nata in casa Grove. La prima novità che salta alla vista è la nuova livrea. L’introduzione del colore rosso, caratterizza endplate, fiancate e alettone posteriore mischiati con bianco e blu già presento lo scorso anno.

Williams FW43

In attesa della pista andiamo ad analizzare la FW43 nella sua totalità, chiara evoluzione della FW42 senza alcuna novità di rilievo. La filosofia all’anteriore resta la stessa. Come possiamo osservare dalle primissime immagini scattate durante lo shake down realizzato in mattinata, la conformazione dell’ala anteriore resta pressoché invariata. La zona esterna risulta scarica per indirizzare il flusso d’aria esternamente agli pneumatici utilizzando l’effetto outwash, mentre quella interna sembra essere dotata di un’incidenza maggiore. Garantire un certo numero di punti di carico risulta sempre importante, tenendo in conto che la vicinanza del profilo alare al nosecone produce effetti turbolenti, l’aumento del drag risulta essere quantomeno limitato a parità di aumento di spinta verticale. Il muso utilizza la classica protuberanza centrale che forma due canali con i piloni di sostegno collegati al mainplane. Anche il marciapiede esterno all’endplate sembra mantenere la stessa impostazione. 

Williams FW43

All’altezza del sistema S-Duct, invariato rispetto a quello della vettura dell’anno passato, troviamo due corna stile Red Bull. Queste appendici aerodinamiche vanno ad incrementare l’effetto downwash nella parte centrale della vettura. Sono collocato proprio sopra l’attacco della sospensione. Possiamo notare come i tecnici inglesi, a differenza di altri team, abbiano deciso di abbassare il puntone del triangolo sospensivo infulcrato nella scocca. Lo schema POU (pushrod on up right) è stato ridisegnato. I retrovisori, scuola Mercedes, collegati al deviatore di flusso a ponte e al cockpit, offrono stabilità ed un lavoro aerodinamico per indirizzare i flussi prevenienti dalla parte anteriore della monoposto.

Williams FW43

Anche la parte centrale della FW43 è stata sviluppata. In questo senso l’aiuto di Mercedes si vede parecchio. Osservando la foro anteriore, notiamo come le prese d’aria siano state rimpicciolite, mentre le fiancata hanno subito un lavoro di snellimento verso la zona della cocacola. I bargeboard sono un chiaro update della configurazione montata sulla FW42

Al retrotreno, notiamo come la vettura di Grove resti fedele al sostegno a doppio pilone per l’ala posteriore. Novità la deck wing biplano che presenta, nella parte centrale, un sezione maggiorata. La sospensione posteriore a schema pull rod, non sembrerebbe aver subito modifiche.

Williams FW43

Lo sfogo della valvola wastegate è doppia, posizionata in parallelo sotto lo scarico centrale. Tirando le somme, almeno sulla carta, la vettura inglese non sembra aver fatto il passo in avanti necessario anche se, tra pochi giorni sulla pista catalana di Montmelò, le cose potrebbero cambiare.

Autore: Alessandro Arcari@berrageizf1

Foto: Williams

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui