Analisi tecnica – Alfa Romeo & Williams: nuove le ali anteriori

0

Nella giornata di ieri Alfa Romeo e Williams hanno introdotto le prime evoluzioni delle loro ali anteriori. Soprattutto per quanto riguarda il team svizzero (Alfa Romeo, ex Sauber), il design è completamente nuovo e piuttosto diverso dalla vecchia specifica.

Come si può ben vedere dall’immagine confronto FUnoAT, rimane il macro concetto, addirittura estremizzato per Alfa, dell’outwash. L’estremità esterna dell’ala anteriore lavora ancora poi con un incidenza minima sui flap. Un concetto di ala che secondo i tecnici del team svizzero ha un enorme potenziale soprattutto in termini di efficienza ma che è molto difficile da far funzionare; i flap lavorando in una posizione molto ravvicinata al suolo (ed entra in gioco anche il famoso “effetto suolo”) sono molto influenzati da esso. Con la nuova specifica, Furbatto & Co credono che la correlazione galleria del vento / varie tipologie migliorerà. La novità principale riguarda il mainplane che ha ora un profilo completamente diverso soprattutto nella zona vicino agli endplate. Novità anche nella parte interna dei flap dove è stata modificata la zona da dove si stacca il vortice Y250; “componente” fluidodinamica di una vettura che inficia il comportamento di tutto il resto della vettura.

Novità in quella zona anche per Williams, ieri fermata per un problema all’MGU-H, che modifica la sua ala anteriore prendendo spunto dal team che gli fornisce i motori ossia Mercedes. Due dei tre flap hanno subito una modifica nella parte interna dove sono state inserite due soffiature. Ricordo che il vortice Y250 viene poi influenzato dai piloni e dai turning vanes che vanno a generare ulteriori vortici controrotanti che hanno la funzione primaria di allontanarlo dal corpo vettura.

Concludendo, per Alfa Romeo piccola novità anche nella zona anteriore al cockpit (riquadro verde prima immagine) dove sono state inserite quattro piccole “corna”, raffinando l’idea portata in pista per la prima volta da Mercedes nel Gran Premio di Spagna della scorsa stagione. I tecnici del team svizzero hanno infatti diviso i due profili in quattro inserendo due evidenti soffiature (frecce verdi).

Autore: PG@smilextech

Foto: Alessandro Arcari@berrageizf1


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui