Ferrari 2020 nessuna rivoluzone: outwash, push rod e più carico aerodinamico…

3

Ferrari 2020 nessuna rivoluzone: outwash, push rod e più carico aerodinamico…


Il 2020 sarà l’anno buono per riportare il titolo a Maranello? In Ferrari non ci sarà nessuna rivoluzione a livello tecnico sulla monoposto che, durante l’inverno scorso, aveva fatto sognare i tantissimi tifosi della storica Scuderia italiana. Dall’esterno, la nuova Rossa, sarà molto simile alla SF90 e non ci sarà uno stravolgimento sul concetto aerodinamico anche se, come spiegheremo in seguito, si andrà a cercare di incrementare il carico aerodinamico.

Binotto, durante la cena di Natale, ha già svelato alcune informazioni sulla “Rossa che verrà”:

  • Verrà presentata l’11 febbraio;
  • Sarà di colore rosso opaco
  • Avrà un maggior carico aerodinamico

Tra le notizie date dal team principal quella più importante è sicuramente l’ultima. La SF90 era una vettura concepita per avere poca resistenza all’avanzamento e con una downforce minore rispetto a quella che riuscivano a sviluppare Mercedes e Red Bull. Nel 2020 si cambierà e si cercherà di avere una vettura un maggior carico a discapito della resistenza all’avanzamento che sarà comunque compensata da una propulsore che, nelle ultime stagioni, è crescita molto e su alcune aree è sicuramente migliore rispetto a quella della Mercedes.

Carico aerodinamico che verrà cercato senza stravolgere il progetto della scorsa stagione. Il muso continuerà ad essere quello utilizzato sul finire della scorsa stagione (Gp Singapore). L’ala anteriore continuerà a sfruttare il concetto dell’outwash ma, nella zona esterna, sarà sicuramente più carica per cercare di avere una maggior stabilità all’avantreno in modo da sfruttare correttamente gli pneumatici Pirelli che saranno uguali come mescola e come costruzione a quelli utilizzati nel 2019.

Anche a livello sospensivo non ci sarà nessuno stravolgimento. All’anteriore non si cercherà la strada del terzo elemento idraulico che, Mercedes, utilizza già da diverse stagioni. Sicuramente ci saranno delle modifiche a livello di cinematismi ma il terzo elemento continuerà ad essere piuttosto tradizionale (a molla elicoidale). Gli ingegneri Ferrari hanno preferito continuare con una soluzione che ben conoscono in quanto, il terzo elemento idraulico, verrà bandito dal regolamento tecnico a partire dal 2021. Uno stravolgimento a livello sospensivo avrebbe comportato un lavoro extra per far lavorare perfettamente la nuova sospensione. I tecnici di Maranello a fine 2018 ed inizio 2019 hanno incontrato parecchie difficoltà nel far funzionare a dovere la sospensione posteriore idraulica. Per evitare queste problematiche hanno voluto continuare con una soluzione che conoscono alla perfezione e che, grazie al maggior carico all’anteriore, potrà far lavorare correttamente gli pneumatici. A Maranello sono convinti che le difficoltà avute con gli pneumatici sono stati dovuti principalmente alla mancanza di carico che al layout della sospensione anteriore.

Ci saranno, invece, delle novità nella zona centrale della nuova Rossa con le fiancate che riprenderanno alcuni concetti visti sulla RB15. I bargeboards e i deviatori di flusso collocati davanti alle fiancate verranno utilizzati per generare dei vortici che andranno ad alimentare il fondo e per cercare di sigillare il fondo. Nel 2019, invece, per la mancanza di carico all’anteriore venivano sfruttati principalmente per generare carico e questo non gli permetteva di avere dei vortici energici per andare ad alimentare il fondo e il diffusore.

Il passo dovrebbe essere leggermente più corto rispetto a quello della passata stagione seguendo il concetto adottato da Adrian Newey sulla sue vetture. Si continuerà ancora a sfruttare l’assetto rake con un posteriore sollevato da terra per cercare di incrementare il carico aerodinamico nella zona posteriore. Un concetto che, con i regolamenti imposti a partire dalla stagione 2019, è molto difficile far funzionare correttamente ma, a Maranello, continuano a pensare che sia ancora la strada migliore da seguire.

Autore: Cristiano Sponton@csponton

Foto: Alessandro Arcari@berrageizf1

3 Commenti

  1. Ho sempre letto le vostre analisi, che dire, tanta roba!
    Ma siete sicuri che la ferrari adotterà uno schema sospensivo tradizionale? Molti, quasi tutti dicono che in realtà montera la sospensione idraulica.. e speriamo😂

  2. Penso che Hamilton sia il migliore nel senso assoluto l ho sempre sostenuto mi fa ricordare il mitico jim Clark certo ha avuto sempre la macchina migliore del lotto comunque e un velocista puro leclerc verstappen si avvicinano alla sua bravura questi sono grandi pilota ma lui è in campione e una sottile differenza

  3. Con la stabilità di regolamento ed in vista dello stravolgimento aerodinamico 2021 credo che la scelta più saggia sia quella di lavorare sulla bae esistente che comunque si è dimostrata competitiva:
    correggendo i difetti della SF90 cercando di renderla più gentile sulle gomme si ottiene una vettura potenzialmente vincente su ogni pista.
    Certo dipende da quanto miglioreranno gli avversari, ma difficilmente anche loro stravolgeranno il progetto,
    c’è da aspettarsi una RBR più prestante in qualifica, ma almeno sulla carta la Ferrari è la vattura con più margini di miglioramento rispetto al 2019 avendo chiare aree su cui intervenire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui