I test indiscreti della Formula Uno

0
I test indiscreti della Formula Uno

I test indiscreti della Formula Uno


La metamorfosi è in atto. Passo dopo passo la massima categoria del motorsport si evolve. Il cambio regolamentare previsto per il 2021, tutt’ora in fase di “quadratura”, è in marcia. Viste le vicissitudini dell’ultima decade, al momento non è dato a sapere se nella  direzione giusta. “A volte è meglio fare un passo indietro che due in avanti”, penso spesso a voce alta davanti a situazioni similari. Ad ogni modo, la voglia di fare qualcosa di buono sembra esserci. Le due settimane di test prestagionali previste a febbraio, nel tracciato catalano di Montmelò, portano una novità: basta barriere.

Le curve “fiammanti” delle nuove monoposto saranno alla mercé di tutti. Pertanto, la miriade di occhi indiscreti è pronta ad immortalare i “culi nudi” delle vetture, zona solitamente più gettonata e per questo poco esposta ai fotografi. Sono dubbioso. La faccenda non mi convince del tutto. Anzi, non lo fa nemmeno un po’. Immagino già le barriere “stile football” con le quali i meccanici furbescamente aggireranno la direttiva. Mentre, non immagino affatto i commissari che faranno qualcosa per evitarlo. 

I test indiscreti della Formula Uno
i meccanici della Ferrari intenti nel “tappare” la SF90 durante i test di Barcellona 2019

Diamola la possibilità ai tifosi di osservare da vicino le auto”, dice la FIA. Io, però, di supporter in pit lane non ne ho mai visti, soprattuto durante i test. Li troviamo sul prato o sulle tribune a decine di metri. La scusa, “bella nell’animo”, non regge. Forse una regola voluta per “sputtanare” le scuderie l’una con altra? Può essere. D’altronde avrebbe più senso. Scatenare orde di detective dall’obbiettivo invadente, mettendo in moto la rincorsa allo “sgamo”, favorirebbe la riproduzione di eventuali soluzioni tecniche geniali ritenute interessanti se affini al proprio progetto. 

Magari mi faccio il solito film, ma troppo spesso la teoria è poi bugiarda nella pratica. Detto questo, in linea di principio e interpretando le nuove norme, durante il montaggio delle parte meccaniche tutto sarà facilmente messo a fuoco. Lo stesso vale per scocche ed appendici aerodinamiche. Occhio però! Fatta la legge, trovato l’inganno…

Autore: Alessandro Arcari @berrageizf1

Foto: Stefano Arcari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui