Pagelle GP Stati Uniti 2019

0
Pagelle GP Stati Uniti 2019
è festa ai box Mercedes per l'ennesima doppietta stagionale.

3 novembre, Austin, USA. Pagelle gp Stati Uniti 2019

Valtteri Bottas vince il gran premio degli Stati Uniti! Precede Lewis Hamilton, che si laurea campione del mondo per la 6^ volta, e Max Verstappen. 4° posto per la Ferrari di Leclerc; 5^ l’altra Red Bull di Albon. Ritirato Vettel.

Ma vediamo insieme i voti di questa gara:

Mercedes: 10 al team; 10 a Bottas; 9 a Hamilton

Se vogliamo trovare una pecca in tutto il loro weekend, forse, possiamo dire il giro di Hamilton in qualifica. 5° con Bottas in pole non è da lui. Detto ciò, grandissima prestazione per la squadra: il finlandese domina e merita la vittoria; l’inglese si mette subito davanti ai Ferrari al via e quando si fermano Verstappen e il suo compagno capisce che può giocarsela con una strategia diversa, ad una sosta. La sua gestione della gomma hard è superlativa e si arrende a Bottas solo negli ultimi giri.

Red Bull: 9 al team; 8.5 a Verstappen; 8 a Albon

Ottima la partenza di Verstappen, a portarsi subito in 2^ posizione; non altrettanto si può dire per Albon che non sfrutta al meglio la gomma rossa e si complica la vita in un contatto con Sainz. Il tutto lo porta a fermarsi presto, ma poi con una gran rimonta e una strategia a 3 soste, riesce comunque a risalire fino alla 5^ posizione. Tornando all’olandese, si ferma per primo per provare l’undercut su Bottas e difendersi da Hamilton. La prima cosa non gli riesce; la seconda si, ma la strategia a due soste lo porta poi comunque alle spalle dell’inglese. Senza la bandiera gialla nel finale, però, ci avrebbe sicuramente provato…

Ferrari: 5 al team; 7 a Leclerc; 7 a Vettel

Non arriva la pole, ma la qualifica lascia comunque ben sperare e invece… Vettel accusa fin da subito problemi sulla sua vettura e perde alcune posizioni. Passano pochi giri ed ecco che la sospensione posteriore si rompe ed è costretto al ritiro. Leclerc disputa una gara anonima in quarta posizione. Nel suo primo stint perde oltre un secondo al giro dai diretti avversari, in modo quasi inspiegabile. Anche lui prova la strategia ad una sosta, ma il ritmo non è comunque mai a livello di Mercedes e Verstappen. D’accordo la PU numero 2 per i problemi avuti in fp3, ma il distacco è decisamente troppo elevato

Pagelle GP Stati Uniti 2019
durante il giro 8, la sospensione della SF90 di Sebastian Vettel cede.

Renault: 7 al team; 8 a Ricciardo; 7 a Hulkenberg

Un buon weekend per il team, anche se forse si poteva portare a casa qualcosa in più. Non di certo con Ricciardo, ottimo in 6^ posizione, ma con Hulkenberg che va comunque a punti, ma con una strategia abbastanza strana a partire con gomma dura per montare poi la gialla pochi giri e infine passare alla rossa

McLaren: 8 al team; 8 a Norris; 8 a Sainz

Solido weekend anche per loro: 7^ e 8^ posizione sia in qualifica che in gara. Leggermente meglio Sainz in qualifica mentre Norris è davanti in gara. I piloti sono su strategie diverse, ma alla fine i punti li portano a casa.

Pagelle GP Stati Uniti 2019
Carlos Sainz durante il Gran Premio degli Stati Uniti

Toro Rosso: 5 al team; 5 a Kvyat; 7 a Gasly

Lato Kvyat non ci siamo. Perde nuovamente i punti nel finale ricevendo una penalità post gara per il sorpasso su Perez. Gasly, invece, si qualifica per il Q3 al sabato e disputa un’ottima gara la domenica, peccato che la strategia lo porti ad essere in pista nel finale con le gomme totalmente andate e viene superato a destra e sinistra. Si ritira nel penultimo giro, quando ormai aveva perso tutto.

Racing Point: 4 al team; 8 a Perez; 4 a Stroll

Troppo grave l’errore commesso al venerdì che porta Perez a dover partire dalla pit lane. A dimostrare che la macchina non era così male ci pensa il messicano, che tira fuori un’altra gran gara e si porta a casa un punticino. Stroll di nuovo insufficiente. Ha l’occasione di far bene e stare davanti al compagno partendo 14° e invece finisce alle sue spalle con distacco.

Alfa Romeo: 5 al team; 6 a Raikkonen; 5 a Giovinazzi

Altra gara negativa per il team: in qualifica sono entrambi fuori in Q1; in gara Raikkonen dà il massimo e si ritrova anche in zona punti ad un certo punto, poi si deve arrendere ed è 12°. Non altrettanto si può dire di Giovinazzi, che chiude in 14^, ma il problema principale è la macchina.

Pagelle GP Stati Uniti 2019
Antonio Giovinazzi in azione durante in Gran Premio degli Stati Uniti

Haas: 4 al team; 4 a Grosjean; 4 a Magnussen

La qualifica sembra far vedere qualche spiraglio, con entrambe le macchina in Q2, poi si arriva alla gara e si torna alla realtà. Come nelle precedenti, fanno i gamberi: Grosjean è 15°; Magnussen subisce la rottura di un freno a due giri dalla fine e si ritira.

Williams: 4 al team; 6 a Russell; 5 a Kubica

Sempre la stessa storia: Russell meglio di Kubica. Quest’ultimo costretto anche al ritiro per problemi tecnici. C’è un’altra differenza però tra loro: per il polacco tra due gare il calvario finirà, ma per l’inglese? Sarebbe un vero peccato per il suo talento continuare in queste condizioni anche l’anno prossimo…

Articolo: Alessandro Rana –@AleRana95

Immagini: Mercedes, Ferrari, McLaren

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui