Il Sebastian “sostenibile”.

0
Il Sebastian “sostenibile”.
Sebastian Vettel - Ferrari

Il Sebastian “sostenibile”.

Nelle prossime ore la Formula Uno annuncerà un piano verso la sostenibilità ambientale della categoria. La volontà è quella di aumentare il livello di efficienza negli attuali motori ibridi e di passare all’utilizzo di carburanti sintetici dal 2021. Entrambe non sono mere ipotesi, ma punti al vaglio concreto della Federazione. Sull’importantissima questione dice la sua il 4 volte campione del mondo della Ferrari. In una recente intervista, rilasciata al web magazine Autosport, Sebastian parla di presente e futuro della Formula Uno, rivelando le proprie idee.

“La Formula Uno è sport a livello mondiale. Con tutti le informazioni che abbiamo a nostra disposizione non si può trascurare ed ignorare ciò che sta accadendo nel mondo”, commenta il ferrarista che poi aggiunge: “Senza dubbio sarebbe un atteggiamento semplicemente stupido”. Vettel ha le idee chiare. L’ex Red Bull è convinto che “guardandosi un po’ in giro” pensando al futuro sia la strada giusta da intraprendere, appoggiandosi, perché no, all’esperienza altrui. “Chiedere opinioni è giusto. Molte persone seguono la nostra categoria e si ispirano ad essa. Credo che la FormulaUno dovrebbe fare molto di più, stabilendo una “rotta” per il futuro”.

Il Sebastian “sostenibile”.
Sebastian Vettel, Scuderia Ferrari

L’attuale “status” della categoria regina del Motorsport non è certo dei più avanzati nel mondo della sostenibilità. Tuttavia, vista l’alta possibilità di sviluppo tecnologico, la Formula Uno possiede, nelle proprie mani, la possibilità di cambiare il futuro, anche al di fuori delle piste. “Dipendendo dal tipo di approccio possiamo dire che sia negativo quello che facciamo per l’ambiente. D’altronde guidiamo auto e bruciamo carburante. La F1ha però l’opportunità di sviluppare tecnologie per i motori che in futuro aiuteranno il mondo della mobilità per rendere i trasporti più efficienti. Dovremmo cercare di essere i primi non solo nell’avere i più alti standard in termini di prestazioni, competizione, corse e intrattenimento, ma anche nel prendersi cura del nostro futuro e del nostro pianeta. Tutto è collegato

Proprio in questi giorni, come abbiamo raccontato qui (clicca per saperne di più), Ross Brawn vuole inserire, nel futuro della categoria, un bio-combustibile senza carbone. Il tedesco della Ferrari, malgrado la veda piuttosto complicata da realizzare, appoggia l’iniziativa dell’inglese. Vettel si descrive più che convinto che la Formula Uno debba spingere su questa strada. Inoltre un “paddock senza plastica” dovrebbe essere realtà. E la F1 dovrebbe essere tra i primi sport nel raggiungere tale l’obbiettivo.

Questi i desideri di Sebastian che in parte, tuttavia, sono già realtà. Ad esempio, Pirelli utilizza per le bottiglie d’acqua del suo motorhome quelle della Sant’Anna, totalmente biodegradabili.

Autore e foto: Alessandro Arcari@BerrageizF1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui