GP Stati Uniti 2019-Vettel: “Il feeling con le hard non è mai arrivato…”

0
Vettel:
Sebastian Vettel

GP Stati Uniti 2019-Vettel: “Il feeling con le hard non è mai arrivato…”


Prove libere del venerdì. Il momento per capire la vettura e gettare le basi per il fine settimana. La Ferrari, ultimamente, riesce a performare in maniera super al sabato mentre, la domenica, soffre ancora un gap significativo rispetto a Mercedes. Osservando il programma svolto nel Gran Premio degli Stati Uniti qualcosa è cambiato. Gomme sperimentali a parte, i tecnici del Cavallino hanno cercato un approccio differente. Più incentrato alla comprensione della vettura. 

La giornata è iniziata in maniera molto positiva. Sul giro secco la nostra vettura si è comportata piuttosto bene. Siamo piuttosto vicini ai nostri avversari”. Sembrano ottime le sensazioni del tedesco anche se, i tempi delle prime sessioni vanno sempre presi con le pinze. Più complicato, ma per questo non necessariamente negativo, il commento sulla simulazione dei long run. “Guardando al passo gara dobbiamo invece lavorare ancora molto”, sostiene l’ex pilota Red Bull.

Sebastian Vettel scende in pista durante le FP2 del Gran Premio degli Stati Uniti

Effettivamente i riscontri cronometrici, effettuati con tanta benzina a bordo, non hanno certo esaltato la monoposto numero 5. Complice, nel rendimento non soddisfacente, sembra esserci l’uscita di pista con la quale Sebastian “spiattella” il treno di gomme appena montato, capace di influenzare completamente lo stint di Vettel. Poi, con le “rosse”, i giri sono solamente 3. Buoni, in questo caso, i tempi ottenuti. “Montando il set di gomme hard non è andata molto bene. Il feeling che mi aspettavo con questa mescola non è mai arrivato. In generale posso dire che ho faticato parecchio nei long run”.

I tecnici di Maranello ci hanno abituato fin troppo bene. Moltissime le occasioni dove le Rosse hanno cambiato pelle improvvisamente. Le notti passate al simulatore e le analisi degli ingegneri sono risultate spesso fondamentali. “Come sempre, effettueremo un duro lavoro per migliorare la vettura e cercare la strategia migliore”, commenta il 4 volte campione del mondo che poi aggiunge: “la speranza è quella di azzeccare tutto”.

Autore: Alessandro Arcari@berrageizF1

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui