Binotto: “È andata cosi..amen”

0
Binotto: “È andata cosi..amen”
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Binotto: “È andata cosi..amen”


La degna conclusione dell’annata Ferrari, come è giusto che sia, non poteva non prevedere un errore. L’ennesima valutazione sbagliata degli uomini in rosso è lo specchio della situazione. La confusione regna. Le parole con le quali Binotto conclude il suo intervento, confermano quanto appena detto: “È andata cosi..amen”. Va bene…senza dubbio sono cose che possono succedere. Però chissà perché troppo spesso succedono al team di Maranello. Inoltre, ascoltando i team radio nel momento topico, non si riscontra quella “cattiveria sportiva” da parte degli ingegneri, capace di svegliare quella rabbia agonistica per reagire alla situazione

Detto questo non è certo una tragedia… siamo d’accordo. Magari però, rischiare troppo quando non si è all’altezza di farlo, non è poi cosi saggio. “Abbiamo cercato di uscire all’ultimo per prendere il vantaggio della pista più gommata. Sul primo tentativo in Q3, se guardiamo dal secondo al quinto, eravamo tutti abbastanza vicini. Abbiamo fatto qualcosa di diverso uscendo tardi. Eravamo consapevoli del rischio. Purtroppo abbiamo trovato traffico e non siamo riusciti a lanciare il giro. A quel punto c’era poco da fare. Stavolta non è andata bene”, commenta a caldo Mattia.

I due ferraristi partiranno con due strategie differenti. Secondo il team principal della Ferrari, malgrado l’idea “nasca” da Leclerc, la decisione di partire con le medie è della squadra.

“Lo ha suggerito Charles e ne abbiamo parlato. Ma la decisione è stata del team…le gomme le montiamo noi. Gia del mattino aveva buone sensazioni con le gialle, essendo in grado di gestire bene le temperature. Cosi in qualifica abbiamo scelto di differenziare le situazioni”.

Binotto: “È andata cosi..amen”
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Sebastian, tra i top team, sarà l’unico che prenderà il via dell’ultimo round stagionale con le gomme soft. Secondo l’ingegnere svizzero si tratta di una decisione che può portare i propri frutti. 

“La gara di Vettel si gioca su come si comporteranno le rosse rispetto alle gialle di tutti gli altri. Potrebbe anche trattarsi di una carta vincente. In queste condizioni è giusto anche provarle. Le soft sono leggermente più veloci anche se poi magari hanno più degrado. Metteranno Sebastian in condizione di fare un partenza ed una strategia diversa”.

Autore: Alessandro Arcari@BerrageizF1

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui