5 secondi di penalità per Hamilton

0
5 secondi di penalità per Hamilton
il contatto tra Lewis Hamilton e Alexander Albon

Sicuramente i 5 secondi di penalità per Hamilton sono quelli che hanno avuto l’effetto più grande sul risultato finale della gara. Ma questa non è stata l’unica sanzione applicata dai commissari.

Vediamole insieme e cerchiamo di analizzarle:

Iniziamo proprio da quanto appena citato. L’inglese è stato punito per aver causato un incidente con Albon nel finale di gara, il che è una violazione del codice sportivo internazionale.

Analizzando le immagini, si nota come il pilota Red Bull stesse seguendo la normale linea di gara. Hamilton, alle sue spalle, tenta il sorpasso in curva 10 cercando di prendere l’interno, tuttavia, quando si accorge di non poter riuscire a concludere la manovra, va al bloccaggio e al successivo contatto con Albon. E’ abbastanza chiaro che la colpa è prevalentemente sua, quindi la sanzione è più che corretta. E, come sempre in questi casi, alla penalità in tempo si aggiungono 2 punti patente.

5 secondi di penalità per Hamilton

Un altro episodio molto simile riguarda Ricciardo. Il pilota Renault è stato sanzionato nel medesimo modo per aver causato un incidente con Magnussen ad inizio gara. La dinamica è molto simile: l’australiano tenta il sorpasso all’interno del danese in curva 4, ma va al bloccaggio e alla successiva collisione.

5 secondi di penalità per Hamilton

Veniamo quindi a Hulkenberg, penalizzato con 5 secondi di penalità + 1 punto patente per aver superato in regime di safety car. E’ una violazione dell’articolo 39.8 del regolamento sportivo.

5 secondi di penalità per Hamilton

Il pilota tedesco della Renault ha superato Magnussen prima di giungere alla linea del traguardo alla ripartenza dopo la safety car. In curva 1-2, è stato nuovamente sopravanzato dal pilota Haas, tuttavia i commissari hanno valutato che questo è stato un vero sorpasso e non un “restituire” la posizione da parte di Hulkenberg. La sanzione è assolutamente corretta.

5 secondi di penalità per Hamilton

Nessuna decisione, invece, è stata presa nei confronti dei piloti Ferrari per l’incidente avvenuto tra di loro. Come per Hamilton e Ricciardo sopra analizzati, anche in questo caso si tratterebbe di una violazione del codice sportivo internazionale. Tuttavia i giudici, analizzando le immagini, hanno stabilito che sia Vettel che Leclerc potevano mettere in pratica manovre per evitare l’incidente e, in ogni caso, a nessuno dei due può essere attribuita la colpa del contatto.

5 secondi di penalità per Hamilton

Da ultimo, vediamo i 5 secondi di penalità + 2 punti patente assegnati a Kubica per unsafe release dopo un pit stop. E’ una violazione dell’articolo 28.13 a) del regolamento sportivo.

5 secondi di penalità per Hamilton

Verstappen aveva appena concluso il suo pit stop e stava procedendo nella fast lane. Kubica stava effettuando il suo pit stop e, una volta ultimato, è stato rilasciato senza attese dal momento che la macchina dell’olandese era ancora a distanza. Tuttavia, la ripartenza è stata molto lenta e all’arrivo nella fast lane, si trovava quasi affiancato a Verstappen. Se il pilota Red Bull non avesse sterzato verso il muro, ci sarebbe sicuramente stato una collisione. La sanzione è assolutamente giusta.

5 secondi di penalità per Hamilton

Autore: Alessandro Rana – @AleRana95

Immagini: F1FIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui