Vettel e il futuro: alla ricerca del mix vincente

1
Gp Brasile 2019-Vettel
Sebastian Vettel, Scuderia Ferrari

Vettel e il futuro: alla ricerca del mix vincente

La supremazia stagionale della Mercedes continua. Un’altra stagione sta per giungere al termine. Il risultato? sempre lo stesso.  5 mondiali consecutivi. Grande il record della Ferrari targata Schumacher. Ancora più grande quello della Mercedes, con il sesto campionato di fila oramai alle porte. La storia, incredibilmente, si dovrà riscrivere. Lewis Hamilton.  Artefice principe della nascita Mercedes, capace prima con Nico ed ora con Valtteri, di monopolizzare la scena dal 2014. L’era ibrida conosce un solo padrone. 

Ferrari ci ha provato. Sebastian Vettel è stato in lizza per il mondiale 2018. Poi, dopo l’errore in Germania, qualcosa si è rotto. La squadra è venuta meno, il pilota pure. Il resto è storia che noi tutti conosciamo troppo bene. Proprio il tedesco, protagonista in negativo, si esprime sullo strapotere Mercedes

“Ovviamente credo che Mercedes abbia goduto dell’auto migliore nelle ultime stagioni. Anche altri piloti avrebbe potuto avere una buona chance di vincere un campionato” commenta Sebastian che poi precisa: “Personalmente non sono riuscito a lottare fino alla fine come mi sarebbe piaciuto con Hamilton”.

Vettel e il futuro: alla ricerca del mix vincente
la concentrazione di Sebastian Vettel a bordo della sua Ferrari SF90

In Formula Uno non si vince senza il giusto mix. Vettel lo sa, ammettendo la superiorità del pacchetto pilota-mezzo

“Si tratta di una combinazione tra pilota e vettura. Anche se non sono contento delle annate dove non ho vinto pur essendo il lotta, devo comunque apprezzare che l’insieme ha fatto la differenza” commenta il 4 volte campione del mondo facendo un chiaro mea culpa. 

Vettel e il futuro: alla ricerca del mix vincente
Sebastian Vettel saluta il pubblico nipponico di Suzuka

L’elogio velato a Lewis c’è, malgrado Sebastian resti convinto che la “combo” sia la vera artefice dei grandi successi.

“Non parliamo solo di Mercedes ma anche di Lewis. L’insieme dei due fattori è arrivata al punto tale che risulta molto difficile batterli. Insieme commettono davvero pochissime errori. Per questa ragione il credito va diviso per entrambi. La cosa più  giusta è menzionare sempre tutti e due” chiosa l’ex pilota Red Bull.

La domanda che tutti si fanno, addetti ai lavori, appassionati e tifosi, e se anche Vettel riuscirà, l’anno prossimo ad essere parte di un mix perfetto per riportare finalmente il mondiale a Maranello.

Autore: Alessandro Arcari@BerrageizF1

Foto: Ferrari

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui