Mercedes modifica i deviatori di flusso della W10

0

Mercedes modifica i deviatori di flusso della W10


Mercedes non molla. Malgrado la scuderia tedesca sia in procinto di conquistare entrambi i mondiali, i tecnici di Brackley non allentano la presa. Dopo la pausa estiva la scuderia di Maranello si è ripresentata sotto una nuova veste. Se Spa e Monza favorivano, almeno sulla carta, la filosofia low drag della SF90, Singapore ha stupito tutti. Tecnici italiani compresi. Il pacchetto aerodinamico montato il giovedì di Marina Bay, ha letteralmente trasformato la Rossa. Il sottosterzo cronico che, durante la prima parte della stagione, ha condizionato tremendamente i piloti di Maranello si è improvvisamente dileguato.

Da dominatrice a dominata. La W10 non è più la prima della classe. Soprattuto nella fase di qualifica, dove la prestazione pura comanda, la monoposto italiana riesce a performare molto di più. Il mea culpa di Wolff c’è. Secondo l’austriaco in fabbrica si sono “seduti” sul grande vantaggio accumulato in classifica, senza mettere in conto la possibile rimonta tecnica della Ferrari. Per questa ragione, in ottica 2020 dove il regolamento sarà il medesimo, gli ingegneri Mercedes hanno accelerato sulla produzione di alcuni update, presentando una nuova veste aerodinamica per il Gran Premio del Giappone.

Mercedes modifica i deviatori di flusso  della W10
nuovi deviatori di flusso della Mercedes W10

Come possiamo osservare grazie all’immagine dell’amico Albert Fabrega, la parte centrale della W10 è cambiata. I deviatori di flusso laterali, collocati ai lati delle pance, sono stati rivisti nel disegno. I profili, malgrado continuino ad avere un andamento orizzontale, sono aumentati nel numero passando da 3 a 5. Anche il deviatore di flusso ai lati delle fiancate ha subito una modifica visto che, rispetto alla versione precedente, è stato allargato ed allungato. Resta da capire, quando potremo osservare la vettura completa montata durante i consueti controlli della FIA, se ci sarà un’eventuale modifica anche al deviatore di flusso a ponte, attualmente non presente nelle immagini. 

Autori: Alessandro Arcari @berrageizf1Cristiano Sponton@csponton

Foto: Albert Fabrega

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui