GP Messico 2019-Hamilton:”Abbiamo cercato solamente di capire le gomme”

0
Verstappen e Hamilton vanno alla guerra
Lewis Hamilton nel paddock del Messico

GP Messico 2019-Hamilton:”Abbiamo cercato solamente di capire le gomme”


Malgrado il sesto titolo piloti sia oramai soltanto una formalità, Hamilton non è apparso troppo felice nell’approccio al fine settimana messicano. Al contrario, nelle consuete interviste del giovedì, l’inglese ha palesato un momento di sconforto. Il pilota di Stevenage è un grande campione, e come tale possiede la vittoria nel DNA. Non lascerà nulla al caso, nonostante le dichiarazioni di facciata. Per carità…una giornata storta capitata a tutti. Vedremo, oggi, come Lewis gestirà l’umore. Senza dubbio, i risultati ottenuti nel venerdi del Gran Premio del Messico, non hanno esaltato il 5 volte campione del mondo. “Non è stata una grande giornata, ma di solito per noi e così in questa pista. Comunque in generale non abbiamo sofferto particolari problemi“, confessa l’ex pilota McLaren.

La speciale ubicazione del tracciato Hermanos Rodriguez complica non poco il week-end. Sotto questo aspetto, la giusta comprensione degli pneumatici sarà fondamentale per ottenere una buona performance. Hamilton lo sa e, come sempre succede, ha dedicato il suo venerdì allo studio dei compound Pirelli. “Abbiamo cercato solamente di capire le gomme. Passare dal giro secco ai long run, tenendo in conto i cambi di temperatura della pista, risulta molto difficile, soprattutto per cercare di far funzionare gli pneumatici. Ma ovviamente, tutto questo, fa parte del gioco“.

L’inglese, a differenza del suo compagno di squadra, non si è trovato particolarmente suo agio con la monoposto. Le condizioni cangianti del tracciato hanno confuso Lewis, che non è riuscito a trovare la quadratura del cerchio. “Durante la prima sessione di prove libere, l’auto si è comportata abbastanza bene. Per le FP2 abbiamo apportato qualche modifica, ma sfortunatamente la pista è cambiata un pò in termini di livelli di aderenza e di temperature. Conseguentemente non abbiamo trovato il set-up ideale. Inoltre, a livello personale, posso dire di non aver realizzato un buon giro“.

Durante la notte, i tecnici di Brackley, grazie alla marea di dati raccolti nelle due sessioni, hanno studiato a fondo la situazione. L’obbiettivo è sempre quello. Mettere giù in pista una vettura più bilanciata, per lanciarsi all’attacco delle pole position. In questo senso, le FP3 che si svolgeranno questo pomeriggio, aiuteranno Lewis sotto questo aspetto. “Senza dubbio, in vista della prossime sessioni, c’è sicuramente molto altro da fare. Lo studieremo con calma, per capire dove possiamo migliorare per domenica.

Autore: Alessadro Arcari @berrageizf1

Foto: Mercedes

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui