Gli addetti ai lavori votano Leclerc

0
Charles Leclerc

17 gare sono state disputate, 4 ancora ne rimangono: il mondiale di F1 2019 è oramai alla conclusione ed ha già incoronato la regina: la Mercedes. Nell’attesa della festa per il sesto mondiale di Hamilton. Motivo di interesse per questi ultimi GP è sicuramente la lotta per il 3º posto attualmente occupato da Leclerc che ha 9 punti di vantaggio sia sul compagno Vettel che sul rivale storico Verstappen. Il monegasco è stata una delle sorprese di questo anno visto che è stato capace fin da subito di mostrare prestazione di rilievo. Tanto da far venire qualche grattacapo al capitano della Ferrari, considerando lo score ottenuto: 6 pole position e 2 vittorie, a Spa e a Monza.

Gli addetti ai lavori votano Leclerc
Charles Leclerc si prepara a scendere in pista


Leclerc sbalordisce tutti
i componenti del Circus dato che a soli 21 anni è stato in grado di prendersi sulle spalle il destino della scuderia di Maranello e di lottare senza paura con i top della categoria, come ha sottolineato Mario Isola, responsabile della Pirelli: “Al primo anno in Ferrari mi sarei aspettato un po’ più di timore reverenziale in un ambiente nuovo e con un quattro volte campione del mondo come Vettel come compagno. Invece ha dimostrato di essere un talento. Ha fatto qualche errore a inizio anno, ma il fatto di averlo ammesso ci dice che è un pilota che vuole crescere”.

A fargli eco è arrivato anche Stefano Domenicali, ex team principal della Ferrari, che si è altrettanto meravigliato dalle prestazioni del monegasco e ha puntato l’occhio anche sugli altri talenti emergenti: “Dopo tantissimi anni siamo di fronte a una situazione nuova: non c’erano mai stati così tanti piloti forti.”

Gli addetti ai lavori votano Leclerc
Stefano Domenicali

E ancora: “È un valore aggiunto per il campionato e vuol dire che il lavoro impostato dalla FIA sta pagando. Abbiamo in testa giovani come Leclerc e Verstappen, ma dietro ci sono Lando Norris e Carlos Sainz. Dal punto di vista dei piloti non abbiamo poche risorse. Difficile fare classifiche: Lewis Hamilton si accinge a vincere un altro titolo e vuol dire che fa parte dell’olimpo della F1; Leclerc è senza discussione forte, anche dal punto di vista mentale sembra che abbia il doppio dell’età che ha per maturità. Anche Verstappen è maturato: dapprima irascibile, sembra ora aver trovato un approccio diverso”.

Gli addetti ai lavori votano Leclerc
Leclerc festeggia sul podio di Monza

Domenicali si è proiettato al mondiale 2020, stagione in cui le possibilità di titolo sembrano piuttosto alte per la casa di Maranello. Ma ha anche espresso un parere su questo 2019 che poteva essere ben diverso senza alcuni problemi ed errori da parte della Ferrari: “Hanno tutte le carte in regola perché tornino a vincere. Quest’anno hanno raccolto molto meno di quanto dovevano, per tanti motivi che alla fine fanno la differenza. Senza il problema in Bahrain e altri che hanno caratterizzato la stagione, questo fine 2019 sarebbe stato diverso perché la vettura che in questi mesi è cresciuta tanto: credo che nel 2020 avranno una chance fantastica. Binotto è straordinario e saprà affrontare il tema vero: la gestione di due piloti forti. Serve un regolamento interno molto chiaro per far sì che diventi un punto di forza e non di debolezza: la squadra deve ragionare in maniera chiara e senza discussioni”.

Gli addetti ai lavori votano Leclerc
Binotto in posa tra i suoi piloti


Leclerc sorprende tutti
e punta a continuare a farlo. Con una Ferrari tornata competitiva in questo finale di stagione l’obiettivo è vincere delle gare e arrivare sul podio del campionato, per poi puntare al mondiale del prossimo quando potrebbe avere tutte le carte in regola per prevalere, anche se di fronte ha una concorrenza molto forte. A cominciare dal compagno di squadra Vettel. Ma come abbiamo già visto, il ventiduenne non ha paura di niente e di nessuno. Sarà battaglia vera.

Autore: Mattia Maestri@mattiamaestri46

Foto: Lamborghini e Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui