Ferrari migliorata con aggiornamenti 2020?

0
Ferrari migliorata con aggiornamenti 2020?
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Ferrari migliorata con aggiornamenti 2020?

“Il mondiale di Formula Uno è noioso”. Tante volte, forse anche troppe, abbiamo ascoltato questa frase. Effettivamente, un dominio schiacciante come quello Mercedes non aiuta. La stagione 2019, malgrado le buone premesse dopo i test pre-stagionali, non è certo iniziata bene sotto il profilo dello spettacolo. In effetti, realizzare 5 doppiette consecutive, annichilisce qualsiasi avversario, facendo scemare l’interesse sul mondiale. 

Per fortuna, anche se tardivamente, Ferrari si è risvegliata dal “letargo tecnico” nel quale giaceva. I tecnici del Cavallino, grazie al pacchetto aerodinamico di Singapore, hanno saputo ribaltare completamente i valori in pista. La SF90 vista sinoall’Ungheria,nervosa e difficile da guidare, è scomparsa. Al suo posto ecco una docile e leggiadra monoposto capace, anche nelle piste più lente e tecniche, di sorprendere tutti con la sua competitività. I numeri parlano chiaro. Negli ultimi 4 round mondiali sono arrivate altrettante pole position, coronate da 3 vittorie consecutive con la doppietta di Singapore. Inoltre, senza il ritiro di Vettel a Sochi, il bottino sarebbe stato probabilmente rimpinguato con un altro trionfo.

Mattia Binotto, nelle ultime dichiarazioni rilasciate al web-magazine Motorsport, parla degli ultimi aggiornamenti della Rossa definendoli, in vista del 2020, fondamentali. E lasciando intendere che la SF90 sia migliorata anche grazie a idee studiate per la prossima stagione.

Le norme per l’anno prossimo sono le stesse. Magari abbiamo montato degli update del 2020… o viceversa. Senza dubbio le cose che stiamo capendo saranno fondamentali per il futuro. Siamo ancora molto concentrati sul 2019, non solo perché siamo alla ricerca di vittorie, ma perché un buon apprendimento delle prestazioni complessive della vettura in questa fase sarà vantaggioso per l’anno prossimo”.

Ferrari migliorata con aggiornamenti 2020?
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Malgrado i risultati ottenuti nella prima parte della stagione non abbiano soddisfatto le attese, Mattia non vede tutto negativamente. Al contrario, sottolineando come altre scuderie abbiano preso spunti aerodinamici dalla SF90, difende il progetto 2019.

Credo che, al momento, sia più facile che gli altri copino il nostro alettone anteriore, che viceversa. Lo sviluppo di una monoposto efficiente è importante per il risparmio di carburante e per la velocità. Non penso che si tratti di un concetto sbagliato. Se guardiamo indietro, pensando alle opportunità di vittoria perse, non penso che l’equilibrio sia negativo. I motivi per cui in questa stagione non abbiamo avuto le prestazioni attese sono altri. Non si tratta solo del concetto della vettura. Una volta risolti i punti deboli, potremmo essere abbastanza competitivi e penso che nelle ultime gare sia stato dimostrato”, chiosa Mattia.

Ascoltando le parole del team principal della Ferrari, la delusione dei tifosi della Rossa aumenta. Una stagione che, potenzialmente poteva portare al titolo mondiale, si chiude con l’ennesimo nulla di fatto. L’attuale squadra di Binotto è giovane, e forse manca di esperienza. Se il team di Maranello riuscirà a fare tesoro dei propri errori crescerà. L’obbiettivo, per il Gran Premio di Melbourne 2020, è solo uno. La vittoria.

Autore e foto: Alessandro Arcari@BerrageizF1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui