Button esalta Verstappen: “E’ il pilota più forte che abbia mai visto”

0

Sono passati dieci anni da quel Gran Premio del Brasile nel quale Jenson Button si laureò campione del mondo a bordo della sorprendente e discussa Brawn GP motorizzata Mercedes. Un team meteora nato sulle ceneri della Honda e che sarà la base dei futuri successi della Stella e Tre Punte che si celebrano in questi giorni. Il britannico, nel 2009, ha raggiunto il punto più altro di una carriera lunghissima fatta da 309 gp totali (306 partenze), 15 vittorie, 50 podi e 1235 punti. Un monolite della Formula Uno, un professionista che ha lavorato per sette scuderie diversi e che ha sviluppato un’esperienza tale da potere fiutare e riconoscere un talento a miglia di distanza.

Button esalta Verstappen: "E' il pilota più forte che abbia mai visto"

E proprio di pilota con stoffa da vendere Button ha parlato a Talk Sport Radio facendo affermazioni perentorie e, se vogliamo, anche clamorose: “Penso che Verstappen sia il pilota più veloce che abbia mai guidato una vettura di Formula Uno. Ritengo che sia incredibilmente rapido. E’ vero – ha continuato l’inglese – negli anni scorsi ha fatto alcuni pasticci, ma era giovane. Ora sta facendo qualcosa di fantastico. Ecco perchè credo che possegga qualcosa di speciale“.

Un punto di vista che stride fortemente con la visione manifestata nei giorni scordi da Eddie Irvine che, nel magnificare Charles Leclerc, ridimensionava fortemente la caratura tecnica di Max Verstappen (link) omettendo caratteristiche che Button ha invece scorto nel talento olandese. L’ex McLaren, che aveva precedentemente individuato in Rubens Barrichello il pilota più tecnico con il quale si è dovuto confrontare in carriera, ha fatto anche riferimento a chi sta entrando nella storia del motorsport in virtù dei sei titoli quasi conquistati.

Button esalta Verstappen: "E' il pilota più forte che abbia mai visto"

Posso esprimermi su Lewis Hamilton perchè è stato mio compagno di squadra per tre stagioni, in McLaren. E’ molto bravo, l’ho toccato con mano. Ha un’abilità di guida naturale, innata“. Parole evidentemente di grande stima quelle professate da Jenson che però non si sbilancia pesantemente come fatto per l’olandese della Red Bull. Anche non se non lo ha manifestato chiaramente, Button potrebbe essere d’accordo con Max che, qualche settimana fa, si diceva sicuro di essere più veloce dell’alfiere Mercedes di tre decimi, a parità di auto. Numeri un po’ sparati a casaccio perchè non v’è fondamento analitico che conferma un tale distacco. Ma di certo raccontano quanto il ragazzo creda in se stesso. Caratteristica, questa, connaturata ad un potenziale campione del mondo.

Fonte: Diego Catalano@diegocat1977

Foto: Red Bull, F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui