Binotto: “Con un pilota a muro dovrebbe essere scontato rallentare”

0
Ferrari: ambiente sereno e obiettivo Abu Dhabi
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Binotto: “Con un pilota a muro dovrebbe essere scontato rallentare


Dopo la lunga attesa con il “mistero” per la pole “sub judice” di Max Verstappen (poi effettivamente retrocesso di tre posizione in griglia), Mattia Binotto ha potuto “celebrare” un record per la Ferrari (solo nel 1971 e 1974 la Rossa aveva collezionato sei partenze al palo di fila) che, se non fa punti (quelli si fanno la domenica) perlomeno fa palmares e morale. 

Ecco le dichiarazioni “a freddo” del team principal, dopo la retrocessione di Max: “Siamo molto contenti per la prima fila e la nostra sesta pole consecutiva. La gara sarà lunga e come abbiamo visto venerdì, il degrado delle gomme sarà notevole. I top team si sono qualificati tutti con le gomme medie e questo ci fornisce la misura di quanto temiamo questo degrado. Le soste potrebbero essere una o due, valuteremo bene le diverse opzioni. Il risultato della qualifica mostra che siamo tutti vicini quindi sarà una gara tesa, difficile, tutta da giocare, e le strategie avranno sicuramente la loro importanza”.

Le dichiarazioni “a caldo” di Binotto, a pochi minuti dalla fine della Q3, quando già tutti parlavano delle bandiere gialle non osservate da Max Verstappen nel suo ultimo tentativo sono state, inevitabilmente, molto critiche seppur, indirettamente, proprio verso il pilota della Red Bull:

Binotto: con un pilota a muro dovrebbe essere scontato rallentare...
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

I nostri piloti con bandiera gialla hanno alzato il piede poi, oltre alla bandiera gialla, questo è un tema di sicurezza. C’è un pilota a muro, credo sia scontato rallentare. C’erano le bandiere gialle esposte, non si può non rallentare, non farlo vuol dire infrangere il regolamento. Entrambi i nostri piloti stavano migliorando rispetto al proprio giro. Difficile dire se fosse sufficiente o meno, ma entrambi stavano lottando per la Pole. Si sarebbe giocata sui centesimi. Peccato, ma è capitato l’incidente. Entrambi i nostri piloti hanno rallentato, non c’era altro da fare”.

Per dovere di cronaca Charles Leclerc in realtà è riuscito a completare il giro, in quanto Valtteri Bottas era alle sue spalle e non lo ha influenzato, mentre Sebastian Vettel ha effettivamente rallentato nell’ultimo tratto mentre si stava migliorando.

Autore: Mariano Froldi@MarianoFroldi

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui