Alexander Albon salva la Honda

0
Honda: ancora penalità in vista di Sochi
Alexander Albon - Red Bull Racing

Il Gran Premio del Giappone disputatosi sul circuito di Suzuka, dopo un inizio che ha visto subito compromessa la gara di Max Verstappen a causa dell’incidente avvenuto con il ferrarista Charles Leclerc, si è subito rivelato in salita per la Red Bull. A causa degli ingenti danni riportati alla RB15, la monoposto si è rivelata difatti inguidabile costringendo l’olandese al ritiro.
A metterci una pezza, però, ci ha pensato il pilota tailandese numero 23. Nella gara di casa per il motorista nipponico, Albon salva Honda grazie al suo quarto posto.

Di certo le aspettative di Red Bull e del suo fornitore di Power Unit erano ben altre. Il nuovo motore ed il nuovo carburante portati per quest’appuntamento del mondiale non sono bastati al team anglo-austriaco per intimorire i diretti rivali.

Albon in azione nel Gp di Russia

Già nelle qualifiche disputate domenica mattina, posticipate a causa delle condizioni metereologiche del sabato, la coppia Red Bull si è classificata alle spalle del duo Mercedes. In quinta posizione con Verstappen ed in sesta con Albon. I due piloti del team di Milton Keynes, tra l’altro, hanno ottenuto lo stesso identico crono nel Q3. A partire davanti è stato però l’olandese poiché è stato il primo ad aver fatto segnare tale tempo.

Il giovane Albon raddrizza il week end della Honda in una giornata nella quale anche la Scuderia Toro Rosso è riuscita a piazzare solo una monoposto in zona punti, grazie all’ottava piazza conquistata da un ritrovato Gasly. Sono quattro i punti che il francese ha portato a casa.
Per il nuovo arrivato del team diretto da Christian Horner la quarta posizione del GP del Giappone è il miglior piazzamento della sua carriera. Da quando è approdato in Red Bull, per la precisione nel Gran Premio del Belgio, Albon ha capitalizzato quarantotto punti contro i trentuno del compagno Verstappen che sta vivendo un periodo grigio.

Alexander Albon salva la Honda
Albon esce dalla monoposto al termine del GP di Giappone 2019 che lo ha visto chiudere in quarta posizione

Al termine della gara, Max si è mostrato frustrato per la sua uscita di scena anticipata. Ritiro che lo ha anche escluso da una possibile lotta per il podio. Albon invece si è dimostrato soddisfatto per il risultato ottenuto, anche se ben consapevole che le aspettative per questa gara erano più alte. Per Horner aver chiuso la corsa di casa per la Honda in quarta posizione e con l’altra ritirata è un risultato deludente.
A Milton Keynes, probabilmente, faranno il possibile per rifarsi già nel prossimo appuntamento iridato. Gran Premio che si correrà in Messico e che nel 2018 vide trionfare proprio la Red Bull con Max Verstappen.

Autore: Andrea Saberogi@racearrow

Foto: Aston Martin Red Bull Racing

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui