Pagelle Gp Belgio 2019

1

Spa Francorchamps, Belgio, 1 settembrePagelle GP Belgio 2019

Charles Leclerc vince il Gran Premio del Belgio! Prima vittoria in carriera in F1! Seguono sul podio i due piloti Mercedes, con Hamilton davanti a Bottas, quindi Vettel. Ritirato Verstappen.

Ma vediamo insieme i voti per questa gara:

Ferrari: 8 al team; 10 a Leclerc; 7 a Vettel

Ottima la prestazione lato Leclerc: super giro al sabato a prendersi la pole position; gran partenza e buona la gestione della gomma, cosa tutt’altro che scontata visto il forte degrado di cui soffriva Ferrari qui. Proprio di questo problema ha sofferto soprattutto Vettel: si ferma per primo ed è costretto alla seconda sosta, tuttavia con un ottimo gioco di squadra rallenta Hamilton quel tanto che basta per fargli perdere qualche secondo e far respirare il compagno. Il weekend del tedesco è positivo nel complesso, ma non è mai stato all’altezza di quello di Leclerc.

Mercedes: 7 al team; 9 a Hamilton; 7 a Bottas

Diciamo che la situazione è un po’ la stessa di Ferrari: al sabato, Hamilton raccoglie il massimo con la 3^ posizione; la domenica, alla partenza è super e sopravanza Vettel, ma perde poi la posizione pagando la gran velocità Ferrari sul rettilineo. Il suo passo gara, poi, è ottimo e il degrado è molto più basso rispetto a quello degli avversari e infatti si “mangia” il tedesco. Riesce a riprendere anche Leclerc, ma gli sarebbe servito qualche giro in più per passarlo. Lato Bottas, invece, niente da segnalare: in qualifica è 4°; in gara è sempre alle spalle del compagno con un ritmo leggermente inferiore.

Red Bull: 7 al team; 8 a Albon; 5 Verstappen

Per parecchio tempo ho scritto che non sapevo quanta pazienza avrebbero avuto ancora con Gasly e infatti è finita… Albon niente male al suo debutto! Parte dal fondo per la sostituzione programmata della power unit e chiude 5° facendo vedere dei bei sorpassi. Per quanto riguarda Verstappen, invece, bene in qualifica: su questa pista oltre il 5° posto non può andare. Poi, la partenza è pessima, perde posizioni e va al contatto con Raikkonen, subendo danni alla sua vettura e andando quindi a muro. Si rifarà…

Racing Point: 8 al team; 8 a Perez; 7 a Stroll

Era una pista dove potevano far bene e così è stato: Perez si qualifica in Q3 e con una gran gara e vari sorpassi riesce a chiudere 6°; Stroll parte anche lui dal fondo per il cambio della power unit e riesce ad essere 10°. Peccato che il messicano non abbia potuto usufruire della PU nuova, arrostita nella libere. La scelta però di montarne una vecchia per non avere penalità ha pagato nel risultato finale…

Toro Rosso: 8 al team; 9 a Kvyat; 7 a Gasly

Grande prestazione per il team! Kvyat nonostante parta dal fondo, sempre per la sostituzione della power unit, con una gran gara riesce a chiudere in 7^ posizione; Gasly, libero dalla pressione di dover dimostrare qualcosa, sale dalla 14^ alla 9^ e porta a casa dei punti. Peccato che il francese, al sabato, sia rimasto escluso in Q1 per la bandiera rossa nel finale: partendo più avanti, forse, avrebbe fatto ancora meglio.

Renault: 6 al team; 7 a Hulkenberg; 7 a Ricciardo

La prestazione da parte dei due piloti non è male: in qualifica sono entrambi in Q3, poi tutti e due pagano 5 posizioni in griglia per la sostituzione di elementi PU. Peccato che poi la strategia con Ricciardo di fermarsi prestissimo e fare una sola sosta non paghi: a fine gara non ha più gomma e viene sfilato da tutti. Due soste per il compagno che diversamente qualche punto così lo porta a casa.

McLaren: 6 al team; 8 a Norris; 5 Sainz

Incredibile la sfortuna che ha colpito Norris: si trovava ampiamente in zona punti, quando all’ultimo giro la sua macchina si pianta sul rettilineo principale. Peccato, perché ciò vanifica una gran gara da parte sua: dopo una buona partenza, sfrutta al meglio i contatti degli altri e si mette tranquillo in 5^ posizione, fino al momento del guasto. Discorso diverso per Sainz: anche lui, come Gasly, rimane fuori in Q1 causa bandiera rossa, ma subito dopo il via è costretto al ritiro. Rimandato…

Haas: 5 al team; 5 a Magnussen; 5 a Grosjean

Week-end da dimenticare. La macchina non aveva velocità e al momento dell’attaco degli avversari, venivano superati come fossero fermi. Anche diversificare la strategia tra i due piloti non paga e i punti sono lontani. Bocciati.

Williams: 5 al team; 7 a Russell; 6 a Kubica

Ancora una volta Russell nettamente migliore di Kubica, anche se con questa macchina sappiamo perfettamente che non possono ambire a nulla.

Alfa Romeo: 7 al team; 6 a Raikkonen; 6 a Giovinazzi

Tanti punti buttati per loro in questo weekend: Raikkonen parte dalla 6^ piazza, ma rimane coinvolto nell’incidente con Verstappen e la sua macchina, così come la sua gara è compromessa. Al contrario, Giovinazzi parte dietro per la sostituzione della power unit e riesce a portarsi e bene in zona punti, facendo anche degli ottimi sorpassi, tuttavia l’errore che lo porta a muro nell’ultimo giro fa scendere e non di poco il suo voto.

Autore: Alessandro Rana@alerana

Foto: F1

1 commento

  1. Tutto corretto a parte che hamilton che spinge fuori pista vettel alla prima curva, ms viene ri-infilato al primo rettilineo (senza DRS) e che non riesce per 3 volte a passare vettel (che aveva le gomme finite) e perde 2-3 secondi che saranno fatali alla fine. Meritatamente secondo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui