Mercedes prova il terzo elemento a molla Belleville

0
xMercedes prova il terzo elemento a molla belleville

Mercedes prova il terzo elemento a molla Belleville

Come anticipato nella giornata di ieri nell’anteprima FUnoAT (clic qui), la Mercedes W10 sfoggia una nuova versione di sospensione anteriore. Durante le prove libere uno di Marina Bay, sulla vettura numero 77 di Valtteri Bottas, è stata testata la specifica in questione. I riscontri sono stati positivi a tal punto che, con anticipo rispetto ai piani previsti, si è deciso di montare la sospensione a Sochi.

Le modifiche, apportate ai cinematismi interni, hanno una direzione ben precisa. Secondo informazioni raccolte da F1AnalisiTecnica, gli ingegneri delle frecce d’argento pretendono, con questo update, migliorare la gestione degli pneumatici, favorendo la corretta temperatura sull’assale anteriore.

Come possiamo apprezzare grazie al twit di Nicolas Carpentiers, i tecnici di Brackley hanno deciso di fare un passo indietro rispetto alle passate stagioni, montando un sistema sospensivo a molle Belleville. La nuova versione, che prevede l’utilizzo di un terzo elemento a molla, ricorda molto da vicino la soluzione adottata da Red Bull, rivelatasi peraltro molto convincente negli ultimi anni.

Le molle Belleville, formate da dischi circolari di spessore costante, presentano, nel tratto iniziale, una leggera forma conica. Modificando correttamente i principali parametri dimensionali di questi dischi, è possibile ottenere la curva caratteristica desiderata per la particolare applicazione. I vari dischi circolari, che formano le molle a tazza, possono essere impilati con “conicità” rivolte nella stessa direzione, oppure con le conicità opposte. Nel primo caso è possibile ottenere rigidezze più elevate, mentre nel secondo, al di sopra di un determinato parametro caratteristico (h/t-spessore/inclinazione), possono verificarsi fenomeni di instabilità, e quindi curve caratteristiche irregolari.

Questa tipologia di molle aiuta tutte quelle applicazioni in cui vi sono limitazioni di spazio nella direzione dell’applicazione del carico. Inoltre, questo interessante sistema, risulta molto utile quando si desidera ottenere una caratteristica particolare della risposta elastica, differente da quella tradizionalmente lineare delle molle a elica. Questa soluzione viene utilizzata soprattutto nei casi dove si vuole limitare l’ingombro assiale.

Mercedes prova il terzo elemento a molla belleville
terzo elemento a molla belleville – Mercedes W10

Tenendo presente che, Il terzo elemento viene utilizzato principalmente per controllare il beccheggio della vettura e l’altezza da terra, sarà interessante capire l’utilizzo della nuova sospensione. Mercedes potrebbe utilizzare questa specifica solamente durante le prove libere, per raccogliere dati utili in vista delle prossime stagioni dove, secondo gli ultimi aggiornanti, si parla di una possibile abolizione della sospensione idraulica

Al contrario, se le frecce d’argento saranno provviste della sospensione a molle Belleville anche per qualifica e gara, la risposta sarà automatica. In questo caso infatti arriverebbe la conferma della bontà del nuovo sistema, capace di migliorare meccanicamente la sospensione. I vantaggi andrebbero quindi a ripercuotersi sulla vetture nell’inserimento in curva, offrendo una gestione degli pneumatici più efficiente.

Autore: Alessandro Arcari @berrageizf1

Co-autore: Cristiano Sponton@csponton

Foto: Nicolas Carpentiers

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui