GP Belgio-Wolff:”è mancato qualche giro…”

1

Spa-Francorchamps non era una gara favorevole alla Mercedes. Affermazione banale forse ma, dopo la vittoria sofferta della Ferrari, non coi scontata. La SF90 di Charles Leclerc taglia il traguardo per prima, soffrendo però sino alla fine per la difficile gestione degli pneumatici. In un tracciato dove il team di Maranello ha espresso la maggiore potenzialità stagionale, la squadra di Brackley non ha mai mollato, lottando per la vittoria con Lewis Hamilton del Gran Premio del Belgio…forse è mancato qualche giro.

L’inglese ha dimostrato ancora una volta il suo grande talento e, dopo una prima parte di gara “sorniona”, ha lanciato l’attacco alla Ferrari. Purtroppo per lui non è riuscito nell’impresa anche se, considerando il vantaggio sulla carta del team di Maranello in Belgio, il pilota di Stevenage può ritenersi davvero soddisfatto.

Toto Wolff, a margine dell’evento, commenta la gara, convinto che sia mancato davvero poco per conquistare la vittoria a Spa-Francorchamps.

“Sorpassare la Ferrari in rettilineo è davvero difficile. Forse è mancato qualche giro, o magari con Lewis ci siamo fermati tardi. A posteriori il piano ottimale era fare la sosta 2 giri prima…ma ovviamente dirlo dopo la gara è facile”, commenta il Team Principal a Sky Sport UK.

Toto Wolff – Mercedes

Malgrado nel fine settimana belga non sia arrivata la vittoria per le frecce d’argento, l’ex pilota austriaco vede il bicchiere mezzo pieno, commentando il secondo e terzo posto che i propri piloti hanno ottenuto.

Eravamo a conoscenza del fatto che Spa-Francorchamps fosse una pista difficile per la nostra macchina, visto che ci manca velocità sui rettilinei. Con il DRS aperto eravamo più rapidi di solo 5 chilometri. Possiamo comunque essere molto contenti visto che abbiamo limitato i danni”, conclude Wolff.

 Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1

Foto: Mercedes

1 commento

  1. Mi permetto due appunti:
    1) non è che la Mercedes era sfavorita su questa pista, era la Ferrari ad essere favorita, almeno in qualifica, per le potenzialità velocistiche del motore+corpo vettura. In gara già dal venerdì era chiaro che sarebbe stata tutt’altra storia e per le gomme, e perchè le differenze di motore in gara si sarebbero assottigliate.

    2) Secondo me la miglior potenzialità della Ferrari non è stata espressa qui, la gara si è giocata sul filo, ma in Bahrein dove anche in gara la velocità della macchina era stata superiore in tutto l’arco della gara, a parte il guasto nel finale…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui