L’aerodinamica nel Motorsport

0

L’aerodinamica è oramai l’abc nella progettazione di praticamente tutte le categorie motoristiche, considerata una scienza indispensabile per ottenere ottimi risultati in questo campo competitivo. Chissà quante volte abbiamo sentito pronunciare questa parola, senza però conoscerne effetti e concause che determinano questo fenomeno. Possiamo iniziare asserendo che di base l’aerodinamica nel Motorsport studia i movimenti dei fluidi che incontrano gli oggetti. Pertanto le caratteristiche fisiche delle due parti creano una dinamica specifica di movimento, ossia un’accelerazione, una direzione ed una velocità determinata. 

La fluidodinamica ha consentito nel corso degli anni di incrementare notevolmente le velocità in curva, e nonostante l’aumento del Drag (resistenza all’avanzamento) e la conseguente riduzione delle velocità massime finali, i riscontri cronometrici sul giro sono scesi in modo significativo.

Come funziona l’aerodinamica nel Motorsport?

La comprensione di tutto ciò avviene attraverso l’utilizzo di equazioni fondamentali avvalendosi dello studio dei flussi sulle superfici, tenendo in conto variabili come lo strato limite e la generazione delle forze. Sotto questo aspetto l’aerodinamica nel Motorsport va quindi ad incidere su dati aerodinamici quali assetti, input e configurazioni che influiscono direttamente su parametri di bilancio, resistenza e carico della vettura

Per realizzare il tutto ovviamente dovremmo aver ben presenti le procedure in questione, che prevedono uno sviluppo aerodinamico della vettura studiata poi al tunnel del vento. Questo strumento di ricerca simula le condizioni che l’oggetto dell’indagine sperimenterà in una situazione reale, dove solitamente il modello preso in esame è stazionario al passaggio del flusso intorno allo stesso.

Successivamente si passa alla fase di correlazione ed ottimizzazione avvalendosi, oltre che dei parametri raccolti in pista, anche della Computational Fluid Dynamics, detto più semplicemente CFD. La Fluidodinamica Computazionale rappresenta l’insieme di operazioni e simulazioni impiegate per risolvere un problema termodinamico, strutturale, fluidodinamico, mediante calcolo discretizzato. Per aver un’idea più precisa trattasi della scienza che, pari passo all’analisi sperimentale, si occupa di ovviare problemi complessi senza creare prototipi sperimentali, che peraltro andrebbero successivamente verificati in galleria del vento tramite sensori che catturino tutti i dati sensibili necessari allo studio.

Risulta altresì fondamentale tenere in conto, dopo le analisi effettuate al CFD ed al tunnel del vento, le dinamiche legate all’ambiente, che per ovvie ragioni sono presenti durante prove di normal drive, top speed, constant speed e coast down. Sotto questo aspetto il feedback di un pilota risulta essere fattore chiave per la giusta comprensione del mezzo meccanico.

L’aerodinamica nel Motorsport trattasi senza dubbio di un mondo molto interessante ma complesso, basato su innovazione e tecnologia in costante evoluzione.  A tal proposito, per godere di una formazione al top, capace di specializzare talenti attraverso offerte formative innovative, Experis Academy propone il miglior Master in Aerodinamica in collaborazione diretta con Dallara Automobili. Il target prevede la formazione di ingegneri pronti a lavorare in reparti aerodinamici impegnati in competizioni automobilistiche quali Formula Uno, IndyCar, Le Mans Series, DTM e GT3.  

Per i laureati in ingegneria Aerospaziale e Meccanica dell’autoveicolo che desiderano far convergere la propria carriera nel Motorsport, il master in Aerodinamica di Experis Academy offre la giusta preparazione, fornita dalle lezioni in aula realizzate da esperti del settore che lavorano direttamente nel campo dell’aerodinamica. Fiore all’occhiello dei corsi sono gli Workshop realizzati direttamente all’interno delle strutture Dallara, oltre le esercitazioni su software specifici ed i test realizzati direttamente in pista.

Per saperne di più visita la pagina: https://bit.ly/2YYNGm6

Contatta le reti sociali: experisacademy_italia http://bit.ly/2XQXaV1Linkedin http://bit.ly/2yPvznSFacebook http://bit.ly/2XxRrmJTwitter @experisacademy

Autore: Alessandro Arcari@BerrageizF1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui