La nuova stagione della Mercedes W10

0

Sino ad ora è un’annata da incorniciare per Mercedes capace, nonostante le previsioni mostrassero (dopo i test di Barcellona) una Ferrari favorita, di fare quasi bottino pieno. La W10, evoluzione esemplare della vettura dell’anno passato, riesce a coniugare grandissima downforce, trazione, buonissima velocità in rettilineo. Fattori  che gli consentono, in tutti i circuiti, di essere altamente competitiva.

La “ricerca della perfezione” dei tedeschi è davvero ammirabile. Nonostante il grande vantaggio in classifica, continuano a lavorare per diminuire i pochi difetti delle frecce d’argento, soprattutto sul versante power unit. Toto Wolff, nelle sue ultime dichiarazioni prima che si apra il weekend che porterà Gran Premio del Belgio, sottolinea il grande lavoro del team, che continua a lavorare per accresce affidabilità e prestazioni della W10.

La pausa estiva è stata una gradita pausa dopo alcune settimane molto impegnative, ma ora siamo entusiasti di tornare a correre. Mentre la maggior parte dei nostri colleghi di Brackley hanno ricaricato le batterie per la seconda metà della stagione, gli altri membri del team hanno portato il testimone nelle ultime settimane”.

A Brixworth si è lavorato durante la pausa estiva per migliorare prestazioni e affidabilità della nostra unità di potenza, mentre a Brackley, abbiamo fatto un po’ di lavoro nella nostra fabbrica. È bello tornare dalle vacanze estive sapendo che parte della squadra stava ancora spingendo a fondo. Siamo grati ai nostri colleghi che hanno fatto girare la palla mentre eravamo fuori ufficio”.

Malgrado l’ampio vantaggio in entrambe le classifiche del Mondiale, Toto resta concentrato, consapevole che, come insegna la storia della Formula Uno recente, dopo la pausa estiva i team (soprattutto quelli di vertice) cerchino di presentare una W10 molto migliorata, in grado di ribaltare i valori in campo.

Siamo in testa in ciascun campionato, ma noi non sentiamo questo. Durante gli ultimi anni abbiamo visto le scuderie tornare in pista molto forti sopo la pausa estiva, quindi noi dobbiamo continuare a spingere. A tal proposito valutiamo la seconda metà del 2019 come l’inizio di una stagione completamente nuova. Ancora una volta dobbiamo assicurarci di non lasciare spazio agli errori, continuando ad alzare il livello”.

In ultima battuta il boss della casa con la stella a tre punte spende due parole sul prossimo round mondiale, senza nascondere una leggera preoccupazione per il complicatissimo layout del tracciato belga, ricordando che anche il meteo può, in alcune circostanza, dire la propria.

La tappa successiva ci porta a Spa, uno dei circuiti più iconici di tutto il calendario. Trovare il giusto assetto è complicato perché la pista ha un mix impegnativo di rettilinei lunghi, una vasta gamma di velocità in curva e anche notevoli cambi di quota. Inoltre il tempo è spesso un po’ imprevedibile nelle Ardenne, il che può rendere le sessioni molto interessanti. Noi comunque non vediamo l’ora di combattere”.

Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1

Foto: Mercedes

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui