Hamilton: “Formula Uno come la Brexit…”

0

Si prospetta un autunno molto affaccendato per i vertici della Formula Uno, impegnati su differenti fronti per definire al meglio il nuovo regolamento 2021. L’obbiettivo è quello di rendere la massima categoria del Motorsport più visibile e divertente. La ricerca di un equilibro fra i vari punti nodali della Formula Uno è necessaria. Fatto sta che, a circa due mesi dalla data prefissata per la decisione finale, i “contorni” restano opachi. E il “succo” di questa possibile rivoluzione è tutt’altro che chiaro e cristallino.

Su questo importante argomento è intervenuto Lewis Hamilton, asserendo che un “ritorno al passato”, tanto sponsorizzato e non solo fra i tifosi, non sia la strada giusta da percorrere.

Tornare indietro credo sia altamente improbabile in questo momento. Se diamo un’occhiata ai produttori attuali di vetture ed alla maniera con la quale progrediscono, è facile capire come tutto sia incentrato su tecnologia ed evoluzione. Per questa semplice ragione penso che non andremo indietro…”, commenta l’attuale leader del campionato“.

L’inglese è convinto che la soluzione migliore sia tutt’altra:

In generale non so proprio se sia una buona idea quella di tornare indietro. Credo che possediamo diversi elementi nell’attuale Formula Uno che, una volta estratti, andrebbero a migliorare questo sport. D’altronde è esattamente quello su cui tutti quanti stanno lavorando al momento”.

Lewis Hamilton – Mercedes

Tralasciando l’aspetto squisitamente sportivo, Lewis tocca un’altro argomento “caldo”, senza dubbio a lui particolarmente caro, con un parallelo intrigante. Secondo Hamilton, infatti, l’uscita imminente dall’Unione Europea ha, come denominatore comune con la F1, la non chiarezza di intenti:

Immagino che il momento più interessante per la F1 stia per arrivare; chi di dovere capirà se le decisioni prese saranno giuste o sbagliate. Si tratta di un argomento paragonabile a quello della Brexit…chissà se andrà bene o male. Lo scopriremo appena ci arriveremo”.

Le riflessioni del campione della Mercedes, come sempre molto pacate, sembrano trovare fondamento nell’opinione pubblica. Questo “limbo”, in cui attualmente “galleggia” la Formula Uno, mostra una Federazione insicura ed indecisa sul da farsi che, a poche settimane dalla “deadline”, non è certo un buon viatico per il futuro.

Autore e foto: Alessandro Arcari – @BerrageizF1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui