Vettel: “Mi sento svuotato”

1

Vettel: “Mi sento svuotato”. Tre parole. Tre parole che il quadricampione tedesco della Ferrari pronuncia con una faccia che dice tutto della sua disperazione. Non c’è neanche rabbia, c’è una palpabile rassegnazione.

Domani, a casa sua, Sebastian Vettel partirà ultimo. Una doccia fredda, quella del probabile guasto all’intercooler, che si abbatte come un macigno sulle speranze di fare un week end da protagonista. 

Una doccia fredda ancora maggiore, visti i tempi della SF90 nelle libere. E invece niente.

Una qualifica mai iniziata quella di Vettel, con neanche un tempo che gli potesse permettere almeno di superare la Q1, come racconta lui stesso nelle interviste dopo le qualifiche: “All’uscita dei box ho perso potenza e così abbiamo riportato la macchina dentro. Mi sento abbastanza vuoto. E’ una delusione molto amara, specialmente qui e specialmente perché la macchina va bene”. Già dal suo colloquio con il muretto, mentre rientrava mestamente ai box, appena cominciate le Q1, si era capito che anche questa sarebbe stata una qualifica negativa a causa dell’ennesimo problema tecnico.

A differenza di quanto si diceva ieri, vale a dire prestazioni buone della Ferrari ma oggi, con temperature che si abbasseranno (previsione meteo azzeccata) la monoposto di Maranello andrà in crisi, i tempi dei piloti Ferrari hanno continuato ad essere costanti e velocissimi, con un set up parso  finalmente all’altezza degli avversari.

Infatti Sebastian aggiunge, davanti ai microfoni dei cronisti:

“Credo che già ieri avessi dello buone sensazioni, ancora meglio stamattina. Non avevo ancora messo tutto insieme (per il giro ndr) quindi pensavo di avere un’ottima chance. Ma ora non ho alcuna possibilità, quindi devo guardare a domani“.

Come si suol dire, i punti si fanno domenica… ma le probabilità di vedere una Ferrari vincente domani, al netto di incredibili colpi di scena, diventano remote.

Intanto infuriano le polemiche per i guai meccanici della Rossa, con lo stesso Mattia Binotto finito al centro delle polemiche.

In poco meno di un’ora l’hashtag Ferrari è balzato in cima alle parole più twittate. Non certo, nella grande maggioranza dei casi, per commenti positivi.

Autore: Mariano Froldi@MarianoFroldi

1 commento

  1. Binotto-NON va! Semplicemente! Lasca perdere. Chiama il team stamattina, nomina il tuo vice, passa le consegne e te be vai. Per favore! Prima delle 12:00 locale… non ho niente contro di te. Forse la colpa e di altri… na tu porti sviga, ancora piu’ di Arrivabene…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui