Tanto lavoro al simulatore

0
Ferrari migliorata con aggiornamenti 2020?
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Il fine settimana della Ferrari, dopo le fatiche incontrate nella giornata di ieri, ha preso una piega decisamente migliore. Dopo tanto lavoro al simulatore i tecnici del Cavallino sono riusciti a “correggere” il comportamento in pista della SF90, consentendo una guida più fluida della monoposto lungo il tracciato di Silverstone. Il Team Principal della Rossa si dice soddisfatto a metà visto la giornata dura di Vettel, che quest’oggi pare non abbia trovato il giusto feeling con la propria macchina.

Sicuramente per Sebastian è stata una qualifica molto più difficile. Lo aspettiamo per parlare facendo insieme le giuste analisi del caso. Detto questo ieri abbiamo avuto difficoltà con entrambi i piloti visto che la nostra vettura usava troppo l’anteriore, generando un’evidente difficoltà di bilancio e di assetto. Abbiamo effettuato tanto lavoro al simulatore durante la notte, per cercare di trovare la maniera di ri-bilanciare le macchine“.

A precisa domanda Binotto elogia Leclerc, conscio che nell’ottima prestazione odierna durante le qualifiche il monegasco ha messo tanto del suo, ottenendo il terzo posto in griglia a solo 79 millesimi dalla pole.

Senza dubbio Charles si è trovato molto bene con la macchina potendo contare su una buona vettura immediatamente dalle Fp3. In qualifica è andato bene in Q1 ed in Q2, mentre in Q3 è mancato pochissimo. Ha fatto un grandissimo giro e in questo li va riconosciuto tanto merito

Avendo scelto a tavolino una differente strategia con gli pneumatici, secondo Binotto i ferraristi potrebbero trarre un vantaggio importante dalla situazione.

Domani per scelta nostra partiamo con le gomme diverse rispetto ai nostri avversari. L’obbiettivo era quello in qualificarci in Q2 con le Soft, pensando che queste gomme danno sempre un vantaggio in partenza e nei primi giri. Sappiamo che la  gara è comunque lunga e l’usura gomme sarà presente per tutti. Per questa ragione non è detto che una sola sosta sia l’unica strategia. Al contrario il primo stop potrebbe arrivare abbastanza presto, e magari sotto questo punto di vista la carta delle Soft potrebbe aver il suo vantaggio. Domani verificheremo se ci abbiamo preso“.

tanto lavoro al simulatore

Il boss della Ferrari spera di poter lottare per la vittoria, avendo risolto i problemi che nella giornata di ieri non hanno permesso alla SF90 di essere competitiva.

La Mercedes ieri aveva impressionato sul giro singolo perché a differenza nostra la loro vettura era ben bilanciata e non usurava le gomme. La nostra speranza è quella di avere trovato oggi l’assetto giusto che ci permetta di competere domani anche sulla distanza più lunga. Per la gara ci preoccupano tutti anche perché le distanze sono minime, e come sempre può succedere qualsiasi cosa”.

In ultima battuta Mattia parla del lavoro svolto nello sviluppo sulla vettura giudicandolo positivo, ricordando che finalmente stanno iniziando ad arrivare i primi risultati dell’impegno profuso dagli uomini di Maranello.

Da Barcellona abbiamo individuato diverse difficoltà e limiti sulla nostra monoposto. Stiamo lavorando per cercare di trovare le soluzioni ai nostri problemi che ci permettano di migliorare. Anche se questa pista non si adatta alla nostra auto stiamo progredendo, e questo ci lascia ben sperare per il futuro. La stagione è ancora lunga e cercheremo di ottenere i migliori risultati possibili”.

Autore: Alessandro Arcari – @berrageizf1

foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui