Stroll regala punti alla Racing Point

0

Tra i protagonisti del Gran Premio di Germania troviamo un pilota sinora autore di una stagione non di certo esaltante. Lance Stroll regala punti alla Racing Point F1 (e a suo padre Lawrence che del team è proprietario) dopo una prima parte di campionata sofferta e piena di delusioni.

Vediamo come si è sviluppato il weekend di gara del canadese. In qualifica Lance si è visto escluso durante la fase della Q2. Costretto a dover partire in quindicesima posizione mentre Checo Perez si qualificava ottavo, Stroll, per l’undicesima gara consecutiva, veniva battuto dal compagno.

Domenica, nel corso di un GP rocambolesco e ricco di safety car, (la prima entrata in pista proprio per dare la possibilità di rimuovere la vettura numero undici di Perez andata a muro nel corso del secondo giro all’uscita di curva dieci), il canadese ha ben compreso che fosse necessario fare una gara prudente, di attesa. Ad assaporare le barriere, oltre il messicano della SportPesa Racing Point F1 Team, sono stati anche altri piloti illustri.

Primi tra tutti il ferrarista Leclerc, poi Hulkenberg su Reanult e Bottas su Mercedes, tutti e tre costretti ad abbandonare la gara anticipatamente. Senza dimenticare Lewis Hamilton salvatosi dal ritiro per un soffio.

Anche il canadese, nel corso della propria gara, concentrato a regalare un bel risultato a suo padre e al team tutto, si è ritrovato due volte a girare su se stesso, ma fortunatamente senza riportare danni alla propria monoposto.

L’azzardo del team a fine gara nel montare coperture soft ha dato i suoi frutti, tanto che per un breve periodo di GP Lance ha potuto sognare di salire nel podio, ripetendo così l’ottimo risultato ottenuto a Baku nel 2017.

Mentre si trovava in terza posizione, nei giri seguenti alla ripartenza dall’ultima safety car resa necessaria per la rimozione della monoposto incidentata di Bottas, Stroll non è riuscito ad attaccare Kvyat davanti a sè. Raggiunto da Sebastian Vettel, invece, si è dovuto arrendere al suo attacco “accontentandosi” della quarta posizione ai piedi del podio.

Il risultato portato a casa Stroll gli ha permesso ora di sopravanzare il compagno di squadra e salire, con un complessivo di diciotto punti, sino alla dodicesima posizione in classifica generale.

Per la squadra guidata da Otmar Szafnauer, il piazzamento ottenuto dall’ex Williams è stato un raggio di sole in una giornata nuvolosa. Dopo che la diretta rivale Toro Rosso è tornata a casa con ben trentatrè punti guadagnati, trovandosi così quinta in classifica costruttori, i dodici punti raccolti da Lance hanno permesso di limitare parzialmente i danni garantendo al team la permanenza in settima posizione.

Anche se, con un po’ di rammarico per la perdita di Perez nelle prime fasi di gara, il Team Principal Szafnauer ha confermato soddisfazione per il risultato ottenuto da Stroll. Consoci che quanto agguantato ad Hockenheim è frutto anche dell’imprevedibilità data dalle condizioni meteo, i risultati hanno mostrato ugualmente che il lavoro sta scorrendo nella giusta direzione. La scuderia ora spera che i nuovi elementi che verranno portati nel prossimo gran premio che si correrà in Ungheria contribuiscano a conquistare nuovamente punti preziosi.

Stroll regala punti alla Racing Point. Nella speranza che da questo momento diventi una costante per un pilota che, data la pesante paternità, è spesso visto con sospetto dagli addetti ai lavori e dai tifosi.

Autore: Andrea Saberogi – @Racearrow

Foto: Sport Pesa Racing Point F1 Team

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui