Pagelle GP Austria

7
30 giugno, Spielberg, Austria
 
Dopo una gara bellissima, Max Verstappen vince il Gran Premio d’Austria! Secondo posto per la Ferrari di Leclerc, quindi Bottas. A seguire Vettel e Hamilton. Ma vediamo insieme i voti per questa gara:
Red Bull: 8 al team; 9,5 a Verstappen; 4 a Gasly
Non fosse per la partenza sbagliata, il 10 a Verstappen non lo toglierebbe nessuno. Parte 2°, grazie anche alla penalità di Hamilton, ma rimane piantato e viene risucchiato. Inizia a risalire e fermandosi dopo, dato che montava gomma media, riesce a sfruttare al meglio la gomma hard e supera prima Vettel e poi Bottas. Negli ultimi giri, attacca anche Leclerc e dopo un bellissimo duello, riesce a prendersi la vittoria. Per quanto riguarda Gasly, invece, parte 8° e chiude doppiato. Non credo ci sia altro da aggiungere. Vedo il suo sedile sempre più traballante…
 
Ferrari: 7 al team; 10 a Leclerc; 7 a Vettel
Nonostante la buona prestazione, uno weekend a due facce per il team: tutto perfetto lato Leclerc, dalla pole del sabato, alla gara della domenica, nonostante la vittoria sia sfuggita nel finale; non altrettanto si può dire per Vettel. Un problema tecnico lo ferma nel Q3 ed è costretto a partire 9°; in gara poi la gestione della gomma dura non è ottimale ed è costretto ad una sosta in più. Inoltre ci si mette pure la radio interna del team a non funzionare durante il primo pit e mancano le gomme… Ci si aspettava qualcosa in più da lui…
 
 
Mercedes: 5 al team; 5 a Bottas; 5 a Hamilton
Dopo 8 vittorie consecutive, su questa pista sono spariti. In qualifica, Hamilton tira fuori il massimo ed è 2°, ma commette un impedimento e paga penalità. In gara, il ritmo della prima parte non è male, poi danneggia l’ala anteriore e con gomma dura si spegne completamente. Bottas si fa battere al sabato anche da Verstappen e in gara è più o meno la stessa cosa vista per il suo compagno. Dicono di aver dovuto risparmiare la macchina per via delle alte temperature… Anonimi.
 
McLaren: 8 al team; 8 a Norris; 9 a Sainz
Continua il momento positivo del team! Hanno fatto un passo avanti davvero notevole. Incredibile la gara di Sainz: parte ultimo per la sostituzione della power unit e chiude 8° dopo una gara fantastica! Molto bene anche Norris, che si qualifica 6° e chiude la gara nella medesima posizione, ma facendo emozionare nei duelli soprattutto con Raikkonen ad inizio gara.
 
 
Alfa Romeo: 8 al team; 8,5 a Raikkonen; 8 a Giovinazzi 
Stesso discorso fatto per McLaren: dopo alcuni passaggi a vuoto, continuano la striscia positiva della Francia, stavolta mettendo entrambe le macchine a punti. Giusto mezzo voto in più a Raikkonen per la partenza fantastica e i duelli della prima parte di gara; per il resto, tra i due, il distacco è di pochi millesimi al sabato e di mezzo secondo la domenica. Speriamo continuino così.
 
 
Racing Point: 5 al team; 5 a Perez; 4 a Stroll 
Per loro, invece, continua il periodo negativo. In qualifica sono entrambi esclusi in Q1 (guadagnano qualche posizione al via sfruttando le varie penalità di chi gli sta davanti) e in gara rimangono entrambi fuori dai punti. Meglio Perez di Stroll, ma non lo scopriamo oggi.  Uno dei problemi del team è la proprietà: tutte le decisioni passano dall’approvazione del pilota di famiglia…
 
 
Renault: 5 al team; 5 a Ricciardo; 5 a Hulkenberg
Dopo l’ottima prestazione della gara francese, qui si spengono nuovamente. In qualifica rimangono esclusi entrambi in Q2, con Hulkenberg che paga anche la penalità per la sostituzione di componenti della power unit. In gara, non vanno oltre la 12^ e 13^ posizione con una strategia incomprensibile a tenere fuori Ricciardo finché non girava “sui cerchi”. Rimandati…
 
 
Toro Rosso: 5 al team; 5 a Albon; 4 a Kvyat
Anche per loro prosegue la striscia negativa del gp francese: in qualifica Albon rimane escluso nel Q2, parte dal fondo per la sostituzione della power unit, e chiude la gara 14°; Kvyat rimane fuori addirittura nel Q1, anche a causa del traffico e la domenica la musica non cambia: 17°. Bocciati
 
 
Haas: 5 al team; 4 a Grosjean; 4,5 a Magnussen
Dovrei fare due pagelle diverse: una per la qualifica e una per la gara. Al sabato, Magnussen è autore di un’ ottima prestazione ed è 5°. Costretto a partire 10° per la sostituzione del cambio, vanifica tutto posizionandosi male sulla griglia e rimediando un drive through che lo fa disperdere nel fondo della griglia. Grosjean, chiude la qualifica 11°, appena fuori dalla Q3, ma in gara fa il gambero. Il ritmo non è all’altezza di chi gli sta attorno e chiude 16°. 
 
 
Williams: 4 al team; 8 a Russell; 5 a Kubica
Ottima la gara di Russell che parte addirittura dalla pit lane, ma chiude comunque davanti a Magnussen nonostante la macchina che si ritrova ed è in lotta anche con le Toro Rosso specie ad inizio gara. Kubica così così…
 
 
Articolo: Alessandro Rana – @AleRana95
Immagini: F1, Red Bull, Ferrari, Mercedes, McLaren, Alfa Romeo, Renault, Racing Point, Toro Rosso, Haas, Williams

7 Commenti

  1. vettel solo 7? il secondo pit gliel' han fatto fare per vedere se gomme nuove potevan salvare leclerc io credo (daltronde 3 o 5 cambia poco noi qua volevamo una vittoria a tutti i costi), prima di rientrare era più veloce di bottas sarebbe arrivato 3 se non si fosse fermato, non mi sembra che nessuno abbia fatto fatica ad arrivare in fondo con le dure. buona partenza, buona rimonta, buoni soprassi (pure uno stupendo su hammilton all' ultimo giro), ottimo passo, prima del pit era a solo 10 secondi da lec partendo decimo, io direi che ha fatto una gran gara vista la qualifica di ieri.

  2. ma se non massacrano Vettel ogni volta non sono contenti.
    guardatevi il passo gara, è andato costantemente più forte di Charles.
    Io tifo Ferrari e sono contento se vince una Ferrari, però questi sono fatti. o non controllate prima di scrivere o siete in mala fede…

  3. Io credo che Vettel sia stato obbligato a fare la seconda sosta. Ha forzato parecchio all’inizio è il ritmo sarebbe calato sempre più. Anzi, con la seconda sosta e un giro in più forse sarebbe stato sul podio. Leclerc, invece, sembrava avere un ritmo peggiore di Vettel, ma stava gestendo la gomma. Cosa che gli ha permesso di resistere fino alla fine praticamente. Io almeno la vedo così…

  4. Ciao Alessandro, secondo me la tua analisi è giustissima, probabilmente il ritmo di Charles è stato dettato dalla gestione gomme, infatti io non metto in dubbio il grande talento di Leclerc e anzi, spero inizi presto a vincere. Detto questo il 7 a Vettel continua a sembrarmi ridicolo, ma del resto anche il 10 a Leclerc e il 9 e mezzo a Verstappen…
    Verstappen ha vinto rimediando anche all'errore in partenza (quindi più che 9 e mezzo sarebbe 10 +), Leclerc che piaccia o meno, si è fatto infilare ed è arrivato secondo (non che non abbia fatto tutto il necessario) non capisco il criterio dei voti. ma sicuramente sono io che non capisco…

  5. A Leclerc ho dato 10 perché non ha fatto alcun errore in tutto lo weekend. Quando Verstappen l'ha passato, lui ha fatto la stessa manovra del giro precedente perché sapeva che solo così poteva difendersi. E' stato l'olandese a non lasciare lo spazio necessario come aveva fatto il giro prima (regolamento alla mano). E proprio per lui, un 9.5 lo vedo giusto. Gara fantastica, ma l'errore del via comunque non può sparire…
    Forse Vettel poteva avere mezzo voto in più, ma credo che con una gestione gomme migliore non avrebbe fatto la seconda sosta e avrebbe passato Bottas per il podio

  6. Io avrei dato solo 5+ alla Ferrari: alle tue considerazioni aggiungi la scelta di partire con soft e soprattutto quella di coprire subito l'eventuale undercut di BOT (che invece stava già girando di conserva) anticipando la sosta di LEC, che poi alla fine è rimasto senza gomme. E' vero che questo errore strategico è stato agevolato dalle prestazioni scarse di Gasly: in PL2 VER ha fatto il botto e saltato la simulazione gara; immagino che tutti abbiano preso a riferimento i tempi di GAS e tolto il solito mezzo secondo che VER ha di vantaggio… Invece questa volta sul passo gara GAS era 1"/giro più lento di VER!!! Quindi in gara non avrebbero dovuto marcare una Mercedes in difficoltà, ma marcare Verstappen.

    • VER non ha mai avuto il passo con le medie era in 5 posizione a 5 secondi da vettel non nessuno poteva prevedere che con le dure sarebbe andato forte avrebbe superato 4 macchine e avrebbe infastidito leclerc, chiaro che marcavano mercedess. Ferrari se ha sbagliato qualcosa è stata fermare 2 volte vettel, che andava comunque piu forte di bottas prima del pit eavrebbe potuto passarlo (anche se è stata una mossa comprensibile: se le rosse andavan abbastanza forte leclerc era salvo), il primo pit che non avevan le gomme pronte e basta, non credo che il problema di affidabilità di vett sia da attribuire al team, mi è sembrata piu sfortuna.
      Secondo me verstappen è stato fortunato a partire male, fosse stato dietro a lec avremmo fatto una gara su di lui allungando il primo stint e chissà magari sarebbe finita diversamente, anche se visto il passo che aveva dubito sarebbe cambiato qualcosa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui