Toto Wolff: Non aspettiamoci un grande miglioramento dal nuovo motore...


Il fine settimana cadanese è iniziato a mille per la Mercedes, con le due frecce d’argento subito in palla. Pochi giri di pista per far capire a tutti che ancora una volta il team da battere è quello di Brackley. Durante le FP1 la semplicità con la quale sono arrivati i tempi in costante miglioramento giro dopo giro si è palesata immediatamente, dimostrando lo strapotere tedesco nel gestire la finestra di utilizzo degli pneumatici. Con una pista molto sporca Hamilton e Bottas non hanno sofferto nessun problema nel gestire le coperture, a differenza della Ferrari che proprio non ne voleva sapere di stare bene in pista.

Nel settimo round del 2019 una delle novità in casa Mercedes è l’introduzione per primo step evolutivo del motore, in concomitanza di una pista dove la potenza risulta una delle caratteristiche fondamentali per essere competitivi. Toto Wollf, presente alla consueta conferenza stampa dedicata ai team manager del venerdi, ha parlato della nuova specifica, senza fare voli pindarici mantenendo i piedi ben piantati per terra.

Ecco le sue parole...

"Speriamo che la nuova power unit sia migliore in termini di specifica, ma probabilmente si noterà maggiormente la differenza grazie al propulsore più fresco. Non dobbiamo aspettarci una grande miglioria, visto che estrarre più cavalli mantenendo il delicato equilibrio con l'affidabilità è un'impresa ardua"

Rispondendo a una domanda generica sullo sviluppo della monoposto in tutte le aree Toto ha le idee molto chiare, spiegando come a Brackley si lavori specialiste duro senza mai mollare.


Ci sono stati dei momenti dove per tutti il motore Mercedes era il fattore determinante, mentre successivamente la stessa sensazione è stata trasmessa con il telaio della vettura, descritto come il migliore del lotto. C’e da dire che con queste nuove normative più mature risulta molto difficile estrarre un rendimento addizionale dalla vettura, mantenendo la sufficiente affidabilità. I ragazzi stanno svolgendo davvero un lavoro incredibile. Sono al corrente delle difficoltà e dei limiti che stanno cercando di rompere. Ci sono delle volte che purtroppo non ci riescono completamente, ma continuano a spingere forte. È veramente stimolante vedere un gruppo di gente che non si ferma mai, per cercare questo rendimento giorno dopo giorno”.

Facendo un passo indietro all’ultima prova mondiale a Motencarlo, il team principal della Mercedes parla della gestione degli pneumatici, facendo capire l’attenzione estrema degli uomini di Brackley verso ogni piccolo dettaglio.

Durante l’ultimo Gran Premio a Monaco la nostra valutazione sulla scelta dei compound per la vettura di Hamilton si è manifestata erronea. Abbiamo imparato molto da questo...”

Autore: Alessandro Arcari @BerrageizF1
Foto: Mercedes 

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »