La Ferrari non ci sta: ufficiale la richiesta di revisione della penalità inflitta a Sebastian Vettel…

0
Dopo la fatidica manovra di Sebastian Vettel durante il giro 48 del Gran Premio del Canada,
che ha pregiudicato completamente la corsa escludendo il tedesco da una
possibile vittoria, il polverone alzatosi a fine gara ha travolto il Circus come un filmine a cielo aperto. Sebastian già durante il team radio
aveva dimostrato tutta la sua rabbia, per un provvedimento che a suo modo di
vedere era letteralmente assurdo. Vettel
una volta sceso dall’auto ha dimostrato tutto il proprio sdegno non volendo
partecipare alla premiazione del podio, recandosi immediatamente verso l’Hospitality
della Ferrari senza proferire
parola.
 
Più tardi, quando poco a poco la rabbia ha lasciato spazio
alla ragione, il quattro volte campione del mondo torna verso il parco chiuso,
spostando peraltro il cartello del secondo classificato davanti alla vettura di
Hamilton sotto il tripudio dei
tifosi. Questa mossa, per molti segno di evidente debolezza, ha dimostrato la
voglia di Vettel di farsi giustizia
da solo…per quello che vale.
La posizione della Ferrari
in questa vicenda è stata da subito molto chiara, comunicando immediatamente
alla FIA un possibile ricorso. Il
team dei Maranello aveva tempo fino
alla domenica del Gran Premio di Francia, ma in realtà non aspettò tanto
per la mettere in moto la questione. Questa richiesta di revisione del caso
chiesta dalla squadra italiana lascia presagire la presenza di nuovi elementi,
che la storica scuderia utilizzerà per la propria difesa. Malgrado
ufficialmente non si possa fare appello ad una sanzione, il codice sportivo offre
la possibilità di una revisione delle decisioni prese, nel caso in qui nuove prove disponibili salgano alla luce.
 
L’iter burocratico prevede la convocazione per questa
settimana dei commissari al
Gran Premio
di
Francia, per effettuare una
disamina del caso, utile a verificare l’ammissibilità delle prove fornite dalla
Ferrari. Successivamente si
consulteranno le argomentazioni dei vertici del team italiano, per sancire la
definitiva legittimità della sanzione caduta su
Sebastian Vettel a Montreal.
 
Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1
Foto: Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui