GP AUSTRIA – ANALISI LIBERE: Mercedes veloce nei long run ma Ferrari è vicina

0

Le prove libere odierna ci hanno regalato pochi spunti da analizzare soprattutto riguardo alla simulazione di qualifica. L’unico pilota che è riuscito a terminare il giro con gomme soft è stato Leclerc che ha ottenuto il miglior tempo. Verstappen e Bottas che sono andati a muro danneggiando le proprio vetture, Vettel ha perso il controllo della sua SF90 sull’ultima curva (bravo e fortunato a non andare contro le barriere) mentre Hamilton ha abortito la simulazione di qualifica e si è subito concentrato nella simulazione di gara. Le alte temperature in pista e il vento hanno messo in difficoltà i piloti che hanno commesso parecchi errori su un tracciato vecchio stile che non perdona nessun errore. Una cosa che sembra essere emersa e andrà verificata domani ed è quella che Mercedes e Ferrari sembrano essere molto vicine a livello prestazionale a differenza di quanto si era visto nello scorso fine settimana in Francia.

Immagine
Nel dettaglio la SF90 è ritornata, almeno nella giornata odierna, a guadagnare parecchi decimi sulla Mercedes nel dritto e a perdere in ogni curva specialmente nelle ultime due. Questo potrebbe significare che la Ferrari arriva al termine del giro con le gomme in overheating. Vediamo domani se anche in qualifica vedremo queste caratteristiche o se, Mercedes, salendo di cavalli riuscirà a limitare il tempo perso sul dritto e a mantenere il vantaggio visto oggi nei tratti guidati. 
 
Tra i tempi va segnalato il terzo tempo di Gasly e il quinto di Sainz che conferma che, anche qua al Red Bull Ring, la sua McLaren è in crescita. 
 
Analisi Long Run

I botti dei top driver ci hanno costretto ad analizzare pochissimi piloti. Nel grafico in basso potete trovare la simulazione di gara di Hamilton e Leclerc, entrambi con soft, e di Vettel che ha girato fin da subito con le hard avendo danneggiato le “rosse” nel testacoda. Inizialmente si pensava che, viste le alte temperature, i piloti soffrissero di un decadimento prestazionale piuttosto elevato con le soft che, invece, non si è visto. Sia Leclerc che Hamilton hanno effettuato una simulazione di gara di 14 e 12 con tempi veloci e costanti. 
Se analizziamo il passo possiamo notare che è risultata una situazione di “pareggio” tra Ferrari e Mercedes. Vettel, invece, con mescola hard ha girato con un passo di 7 decimi più lento. Parità che c’è stata anche nel secondo stint ma qui c’era una differenza di mescole visto che, Hamilton, ha usato le hard mentre Leclerc ha girato con le medie. Quindi, vista la mescola di svantaggio, possiamo dire che è stata più veloce la Mercedes rispetto alla Ferrari
Difficile dopo la giornata odierna indicare un favorito. Quello che è certo è che dovremo assistere ad una bella lotta per le prime due file tra il team italiano e quello anglo-tedesco. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui