BINOTTO: il nuovo approccio sull’assetto ci sta aiutando parecchio…

0

Il team principal della Ferrari è un fiume in piena, visibilmente contento per l’ottima prestazione di Charles Leclerc ed allo stesso tempo dispiaciuto per l’inconveniente subito sulla vettura di Vettel. Il tecnico svizzero inizia il suo intervento del dopo qualifica focalizzandosi sul problema subito alla SF90 numero 5, spiegando in dettagli cosa veramente ha impedito il normale svolgimento della qualifica per il pilota tedesco.

 
Siamo sicuramente molto dispiaciuti per Sebastian, essendo noi convinti che avrebbe potuto realizzare una magnifica qualifica. Purtroppo però una complicazione tecnica, che vorrei quasi definire stupida per entità, ci ha impedito di partecipare alla qualifica. In pratica si è bloccata la connessione meccanica che ha interrotto l’alimentazione, il motore è rimasto senz’aria ed a quel punto non si poteva più uscire dai box. I meccanici hanno tentato di tutto per riparare il danno, ma purtroppo era molto difficile avere l’accesso al connettore. Smonteremo la vettura e controlleremo bene, ma se le ipotesi si confermano il danno subito è di facile riparazione senza cadere in penalizzazioni”.
 
Guardando dall’altra parte del box Mattia è molto felice per Leclerc, applaudendo la conquista meritata della sua seconda pole position stagionale.
 
Siamo contentissimi per Charles. Sono già sue week-end dove sta crescendo molto trovando il giusto set up con la vettura. Credo che stia veramente migliorando e tutto questo è molto incoraggiante”.
 
Riguardo al clima che si respira in squadra Binotto si dice molto soddisfatto, visto che le giornate come oggi fanno capire quanto attaccamento ci sia ai colori della Ferrari da parte di tutta la squadra.
 
“Se volgiamo guardare il bicchiere mezzo pieno, nelle ultime due gare vediamo due pole position per la Ferrari. Lo spirito di squadra è quello giusto e lo si è visto anche oggi. Quando Sebastian ha saputo che non poteva più ritornare in pista la sua prima reazione è stata quella di tifare per Charles. Mentre Leclerc quando ha concluso il suo giro in qualifica ha speso belle parole dimostrando di essere parecchio dispiaciuto per la squadra. Stiamo comunque parlando di cose tutte positive nella giornata di oggi”.
 
 
Durante la Q2 la Ferrari diversamente da Mercedes ha deciso di attuare una strategia sulla carta più aggressiva per la gara di domani, scegliendo di partire con gli pneumatici Soft. 
 
“Solo domani scopriremo se da parte nostra c’è stata la scelta giusta. Ieri durante le libere abbiamo trovato le mescole più morbide molto stabili, e tutto sommato siamo convinti che anche domani sarà lo stesso. Inoltre questa scelta potrebbe regalarci un vantaggio di prestazione. Aspettiamo comunque domani visto che solo la gara potrà dire con esattezza se abbiamo fatto una scelta giusta…vedremo”.
 
In fine il boss della Ferrari parla delle novità aerodinamica introdotte in Austria ed a Le Castellet, consapevole che la strada intrapresa dai tecnici di Maranello finalmente sembrerebbe essere quella corretta.
 
“Da parte nostra possiamo dire che siamo nella giusta direzione per quanto riguarda gli sviluppi. Detto questo parliamo sicuramente di una pista che come il Canada si adatta meglio alle caratteristiche della nostra monoposto. Sappiamo di poter disporre di una macchina molto veloce sui rettilinei con un po’ meno di carico in curva. Ciò nonostante gli aggiornamenti che abbiamo portato al Paul Ricard (a parte alcuni) e qui a Spielberg sono tutti elementi che hanno funzionato. Direi che il nuovo approccio che stiamo utilizzando sull’assetto ci sta aiutando parecchio”.
Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1
Foto: Stefano Arcari – Alessandro Arcari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui