Vettel e Leclerc, giornata agli antipodi, ma stessa visione del futuro

Umori comprensibilmente opposti fra i due piloti Ferrari nel post gara di MonacoVettel, prima di salire sul podio in seconda posizione, grazie alla penalità di 5 secondi combinata a Verstappen per l’episodio che lo ha colpevolmente coinvolto in pit lane con Bottas, trova più di una ragione per essere contento del suo risultato finale, ottenuto in un altro weekend indubbiamente complesso:

È stata una gara difficile da gestire, ma a Monaco può succedere sempre qualcosa e infatti oggi è stato così: noi pensavamo di aver fatto una buona sosta, ma quella di Max è stata incredibile, l’ho visto ruota a ruota in pit lane con Bottas e ho subito pensato che potesse esserci una buona possibilità anche per me. Siamo riusciti a sfruttare la situazione, abbiamo mantenuto la posizione e cercato anche di mettere un minimo di pressione, sapendo che a Max era stata data penalità".


"Ho cercato di restare nel range ideale per gli pneumatici per provare a pressarlo di più, ma a un certo punto le mie gomme posteriori hanno iniziato a soffrire: non penso avessimo del graining, su questo Verstappen ed Hamilton hanno faticato di più rispetto a noi, ma comunque la situazione era complicata, per cui il risultato che alla fine abbiamo ottenuto è stato eccezionale sia per me che per il team. Sappiamo di dover fare ancora tantissimo lavoro, non siamo ancora abbastanza veloci rispetto ai nostri avversari”.

 Sebastian conclude con parole sentite in ricordo di Niki Lauda:

Oggi dobbiamo congratularci con i nostri avversari anche per Niki, credo che lui oggi sarebbe contento; sarà sempre con noi e ci mancherà tantissimo: è stato un’icona del passato e lo sarà anche in futuro. Tutti i miei pensieri oggi sono per la sua famiglia e per lui”.

Veniamo ora a Leclerc che di certo sperava in un fine settimana di gara dal sapore molto più dolce qui fra le stradine di casa. Il giovane monegasco analizza comunque l’accaduto in prospettiva costruttiva, per acquisire maggiore esperienza anche da circostanze così negative:

Sicuramente penso che ci siano tante lezioni da imparare da quanto accaduto in questi giorni: di certo la prima dalla qualifica, ma altre anche dalla gara. All’inizio mi sono molto divertito, c’erano dei rischi da prendere, forse potevo aspettare un pò di più, ma ho visto dello spazio per passare e ci ho provato, purtroppo non è andata bene".


"Il risultato di oggi è sicuramente conseguenza di ieri, non dovevamo partire in quindicesima posizione, ma ora il weekend è finito, dobbiamo analizzare tutto per bene con la squadra unita per la prossima gara”.

Autore: Elisa Rubertelli @Nerys__ 
Foto: Ferrari


Share this

Related Posts

Previous
Next Post »