SPANISH - GP / HAMILTON: cinque doppiette consecutive sono qualcosa di unico

Prova di forza della Mercedes impressionante sul circuto spagnolo. Il distacco finale non è veritiero, la safety car (che ha ravvivato una gara soporifera) ha compattato il gruppo nel finale.Sono cinque quindi adesso le doppiette consecutive. Stanno scrivendo la storia. Ecco cosa ha detto Hamilton a riguardo: 




“Per prima cosa, devo ringraziare questo team incredibile. Sono molto contento del lavoro che stiamo facendo. Cinque doppiette consecutive sono qualcosa di unico, a maggior ragione perché ne faccio parte e vedo il lavoro che svolgiamo in pista. Le prime quattro gare non sono state facili con Valtteri al top. Ci rispettiamo molto, siamo la miglior coppia. La mia è un’ottima macchina ma non sempre riesco a guidarla con il mio stile alla perfezione. Oggi sono riuscito a partire bene e posso dire di aver vinto la gara alla prima curva. La partenza è stata molto interessante: avevo visto nelle categorie minori che dal lato sporco non si perdeva tempo. La partenza di Vettel è stata fantastica: quando l’ho visto all’esterno mio e di Bottas non sapevo come sarebbe finta, tuttavia non potevo perdere la testa. Qui è molto difficile recuperare sugli avversari. Per quanto riguarda il giro veloce, sono riuscito a conservare le gomme calde con la safety car: sapevo che i primi giri successivi alla ripartenza sarebbero stati l’opportunità giusta. Devo ammettere però che avrei preferito una virtual safety car: avevo costruito un gran vantaggio ed è stato vanificato. Futuro in rosso? A me serve un nuovo contratto; la Ferrari è sempre bene tenerla in considerazione. Ora però non mi vedo da altre parti: lavoro in Mercedes da parecchi anni e sono felice qui". 

Articolo: Alessandro Rana @AleRana95
Foto. F1.com

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

1 commenti:

Write commenti
12 maggio 2019 19:29 delete

Cómo siempre, ridículo, no sé quién pregunta a Hamilton por Ferrari, justo después de ésta carrera y con ánimo de qué. Lamentable el rendimiento de la scuderia, otro fin de semana que es un puñal en el corazón. Que la F1 siga así, que su ocaso está cada vez más próximo

Reply
avatar