VENGODOPOILGP: Una Mercedes a 1000, Ferrari ancora senza mediCina...


Vista la gara praticamente priva di spunti avvincenti vengo subito al dunque, qual’è la Ferrari vera di quest’anno, quella ‘Made in China’ o quella che Binotto ci ha assicurato essere pronta a giocarsi il titolo? 

Di quali ‘cure’ misteriose ha bisogno la SF90 per essere costantemente o quasi quella di 15 giorni fa, ma vincente. ‘Made in Cina’ che fa rima con mediCina, non certo un paragone indimenticabile, del resto rispecchia ampiamente il non indimenticabile Gran Premio, quella medicina dicevo, che servirebbe in tempi sempre più stretti, a voler essere crudi diciamo che deve arrivare entro Barcellona e non oltre, sperando nel frattempo in una Baku positiva che premi per la conformazione del tracciato le caratteristiche innate della vettura.

Dalla Spagna dei test alla Spagna del GP per chiudere un cerchio e ricominciare a pensare in grande, oppure accettare la realtà di un altro anno difficile. La pista entro un mese ce lo dirà. A Maranello c’è un grosso lavoro in queste settimane, credono nel progetto fino in fondo e proveranno a dimostrarne il valore, con convinzione. Tuttavia ad oggi mancano dei tasselli fondamentali: capita di ‘convincere’ e perdere, ma perché manca la coerenza nelle prestazioni, la continuità e direi la classica ‘consistenza’? 


La mia sensazione è che sappiano dove e come intervenire, ma occorre più tempo del previsto, si è visto come non tutto è filato liscio, anche sul fronte dei team clienti. Inoltre nel caso di Shanghai, il bilanciamento non è stato o non poteva essere centrato, causa o conseguenza che sia.“È stato difficile ma grazie, so che arriviamo, la macchina arriva...” è lo stesso Vettel a dircelo dopo il traguardo, d’altronde è uno che non parla mai a caso specialmente nei team radio. Io gli credo. 

A proposito dei piloti, piccola parentesi sullo ‘switch’: per me era plausibile ma è stato cannato il timing, se avevano elementi per farlo andava fatto sul nascere diversi giri prima, quando Seb sembrava davvero più in palla, poteva tirarsi dietro Leclerc e provare a tenere Verstappen a una distanza safe. Fatto così invece si è perso molto tempo, entrambi hanno rovinato le gomme nella scia del compagno, risultato deleterio per la quarta posizione; ciononostante arrivare a parlare di ‘maltrattamenti’ onestamente non me la sento, anzi a me pare una chiara provocazione. 


Mercedes da 1000 e una notte. 

Cosa volere di più? Perfezione assoluta. Nessun dubbio dopo 4/5 giri su come sarebbe andata a... festeggiare. Hamilton tra l’altro, per un attimo mi è sembrato avesse quell’espressione tipica sul podio...una impercettibile smorfia, di chi comincia a chiedersi timidamente: “sarà così facile? Più facile del previsto?”


Pura immaginazione forse, ma è vero che il 1000mo Gp non ha lasciato molto spazio alla fantasia. Mercedes insomma ha fatto quello che le riesce meglio, partire, controllare, gestire le strategie, fare doppietta, Fine. Davvero ‘impressive’ per dirla alla TodtPerché non sia un campionato segnato dunque, il Bahrain non dovrà restare un miraggio nel deserto, lo dico seriamente. Adesso, rime a parte, si trovi la medicina giusta per questa SF90 bella e lunatica, perché gli alti e i bassi non hanno mai portato da nessuna parte.

Autore: Giuliano Duchessa@GiulyDuchessa 

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

5 commenti

Write commenti
15 aprile 2019 16:19 delete

Leclerc era più veloce di Vettel. Preoccuparsi di Verstappen, quando questi con le gomme piu dure non poteva tenere a bado le Ferrari, e fare uno scmbio in pista con ordine dai box a fatto vedere la SF90 peggio di quello che fosse. Non parliamo della strategia per Leclerc dopo l`ordine!
Un Leclerc un po pompato con le gomme hard potrebbe anche aver impensierito Bottas.

Reply
avatar
15 aprile 2019 16:46 delete

As mark Hughes reported leclerc was given an higher power mode than the normal one seb was granted... So only Charles seemed closer to seb on lap times before and after they switched..

Reply
avatar
15 aprile 2019 18:27 delete

intendevi “vettel era più veloce di leclerc” gli è rimasto a culo per quasi 10 giri la scia gli ha mangiato le gomme, non credo avrebbe avuto il passo dei mercedess ma era chiaramente qualche decimo più veloce nel primo stint, nello stint a gomme dure aveva 5-6 giri in meno e mentre si avvicinava a verstappen vettel stava fisso a 11 sec
Gente dovete smetterla di dare della pippa a vettel, ha raikkonen le ha suonate tanto quanto lo faceva alonso e questo mi basta e avanza come paragone

Reply
avatar
15 aprile 2019 19:17 delete

Gli stava nella sci aprendo il DRS, dopo che lo ha passato non si è allontanato, anzi Bottas ha incominciato a scappare. Nel secondo stint i primi 16 giri con le gomme nuove Vettel ci ha messo 1579,829" Leclerc 1579,408". Nessuno dice che Vettel sia un brocco, solo che non è stato più veloce di Leclerc in Cina.

Reply
avatar
15 aprile 2019 22:34 delete

La superiorità della Mercedes e'stata evidente al momento del primo pit-stop. A Verstappen e' bastato 1 solo giro con gomme fresche per recuperare i 4" di distacco da Vettel. Leclerc e le Mercedes hanno atteso altri 5-6 giri con le gomme vecchie prima di effettuate il pit, ma mentre il primo ha perso molti secondi uscendo poi 10" dietro a Verstappen, Bottas e Hamilton hanno perso pochissimo rispetto a Chi girava con gomme nuove.

Reply
avatar