Leclerc può rompere la clausola di Vettel…

5
La stagione di Formula Uno è iniziata, e già dopo due gare
si mette in dubbio l’operato di Vettel
Sicuramente le critiche nei suoi
confronti sono derivate non solo dai suoi errori (molti), ma anche per meriti
del compagno di squadra. Il problema del pilota tedesco è che il vicino di box non è
più Kimi Raikkonen, ma un certo Charles Leclerc. Non stiamo parlando di un quarantenne
appagato, ma di un ventunenne che ha voglia di fare le cose in grande sin da
subito.
 
Tutto ciò Sebastian lo sapeva bene, ed è per questo che lo
scorso anno spingeva per il rinnovo di Kimi. Il finlandese lo aiutava, il
monegasco…un po’ meno. Però la Ferrari, quando ha scelto Leclerc, ha deciso di
accontentare il quattro volte campione del mondo, e gli ha posto all’interno
del rinnovo una clausola che recita di essere prima guida della scuderia. Quello che si legge nel contratto è stato anche ribadito da
Mattia Binotto all’inizio della stagione, che ai tempi disse che Leclerc in
caso di necessità avrebbe dovuto aiutare Vettel, agendo come un “Bottas” ferrarista in altri termini.
 
Sembra tutto perfetto, ma qual è il problema? Manca Vettel.
 
Su quest’ultima affermazione molti tifosi del tedesco
insorgeranno, ma al momento il quattro volte campione del mondo sembra meno a
suo agio sulla SF90 rispetto a Leclerc. Questo piccolo passaggio a vuoto di Sebastian ha imposto al
team di fare due ordini di scuderia nelle prime due gare, proprio per aiutare
il tedesco. In Australia Charles ha deciso di rispettare le decisioni
del team, mentre in Bahrain ha fatto di testa sua non ascoltando le direttive e
sorpassando il compagno di squadra. Al momento la Ferrari non si preoccupa (giustamente) perché
la stagione è ancora molto lunga, ma se la situazione non dovesse cambiare Binotto e tutto
il suo entourage potrebbero modificare le gerarchie all’interno del box.
 
E la clausola? 
 
Secondo informazioni raccolte da FunoAnalisiTecnica ci sarebbero delle postille che
potrebbero far venire meno il ruolo di prima guida del tedesco, nel caso in cui affiori una minore
competitività rispetto al suo giovane compagno di squadra. Dunque le prossime gare saranno sicuramente fondamentali per il pilota di Heppenheim, per
rilanciarsi in campionato sottolineando le gerarchie all’interno del box, pensando però che allo stesso tempo Leclerc non starà certo a guardare…
 
Autore: Nicoletta Floris – @nikifloris 

5 Commenti

  1. In Australia Vettel was faster than Leclerc so stop saying bullshit.
    The team gave the order because Vettel had a problem and without that on the first stint there was a gap around 15 seconds between both.
    In Barhein, Leclerc was faster but Vettel was not happy with the rear so as you wrote in one of your article, Vettel can't accelerate in corner like he does when the car makes what he wants.

  2. Sinceramente sto percependo un po da tutti, mass media, tifosi e addetti ai lavori, delle aspettative enormi nei confronti di Leclerc. Non so quanto tutto ciò possa far bene al ragazzo, però immagino che queste attenzioni paradossalmente toglieranno un po di pressione dalle spalle del tedesco, anche se tavolta Vettel non dovrà più sbagliare, anzi dovrà per sua necessità dimostrare che dal 15 al 18 quello che tirava avanti la baracca era solo lui a prescindere dalle motivazioni/capacità reali di pilotaggio di Raikkonen, ma potrebbe correre con la mente più sgombra anche o proprio per questo.
    Oggi Seb, sembra incredibile ma ha poco da perdere perchè in 7 mesi ha dilapidato gran parte della fiducia dei tifosi Ferrari, che da lui nell'80 % dei casi non si aspetta più niente di particolare, tanto meno il titolo, riversando le loro speranze nel futuro che avanza Charles.
    Io personalmente credo invece che Seb venderà molto cara la pelle e che forse questo scossone (magari da lui previsto ma non con questa intensità), lo possa reindirizzare nella retta via per giocarsi il campionato.
    Basta poco per far cambiare opinione agli scettici cronici, e tra i ferraristi ce n'è davvero tant…troppi!, del resto è bastato un gp, in Australia Seb andò più veloce di Leclerc nei tre giorni fino al problema in gara su, PU depotenziata/gomme/assetto, per cominciare questa prematura venerazione del nuovo "fenomeno", di cui sono il primo a riconoscerne enormi qualità oltre ad essere il primo a tifare per lui visto che a me interessa solo che vinca la Rossa, ma ragazzi per adesso, concedetemela, "rimettetelo nelle mutande" e aspettiamo magari metà stagione.

  3. Purtroppo i tifosi hanno fame di gloria e spesso sono irriconoscenti. La Ferrari farà i propri interessi, così come faranno i due piloti che non sono degli sprovveduti ed hanno chi sa gestire le loro carriere. Sono entrambi grandi talenti, uno lo ha già dimostrato , l'altro scalpita. Speriamo di poterci divertire…io sono tifoso Ferrari ma il tifo contro non mi appartiene. Sia che uno si chiami Vettel oppure Hamilton, cui riconosco grandissime doti di guida e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui