TEST F1 / DAY 8: Sebastian Vettel dimostra la grande competitività della SF90...


Giunti oramai all’ultima giornata dei test pre-stagionali, che come di consueto negli ultimi anni si svolgono nella bella e completa pista catalana di Montmeló, per le scuderie trattasi dell’ultima occasione per verificare la bontà del lavoro realizzato nei mesi passati. In questi otto giorni i piloti con il supporto dei team hanno studiato il comportamento delle monoposto, verificando i dati dei simulatori accumulati durante l’inverno.

Dopo lo “sciagurato” mercoledì che Sebastian Vettel ha dovuto affrontare per il problema verificatosi al cerchione anteriore sinistro, la mattinata del tedesco è stata molto produttiva. Con la sua SF90 il quattro volte campione del mondo ha inanellato 68 giri, ottenendo nella sua migliore prestazione il tempo di 1:16:221 montando il compound più soffice (C5). Ancora più indicativo peró é il tempo ottenuto da Sebastian con le C3 (1:16:720), che dimostra un margine di miglioramento molto piú ampio. La rossa continua a dimostrare tanta competitività e facilità nella guida, sia sul giro secco che sui long run, dove al momento sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo nei test) essere davanti a tutti, Mercedes compresa.

Dando un’occhiata al lavoro realizzato dagli uomini di Brackley dobbiamo registrare che Valtteri Bottas si colloca al secondo posto nella classifica dei tempi, con il crono di 1:16:561 ottenuto girando con gli pneumatici C5. Il finlandese non si è certo limitato alle simulazioni di qualifica, ed al contrario ha svolto un lungo programma in collaborazione con in tecnici tedeschi, disputando diversi long run per testare al meglio la vettura.

In terza posizione incontriamo ancora una volta nella top 3 l’ottima Toro Rosso, che con il cavallo di ritorno Daniil Kvyat si colloca al terzo posto. Il pilota russo effettua la sua migliore prestazione con gli pneumatici C5, marcando l’interessante crono di 1:16:898. La monoposto di Faenza sembra essere una vettura ben bilanciata, capace di sfruttare al meglio gli pneumatici in tutte le condizioni di pista.

Dopo il tremendo incidente verificatosi nella giornata di ieri per un’ingenuità del pilota francese Pierre Gasly in curva 9, il team Red Bull è stato in grado di “rimettere insieme” la RB15, dando la possibilità a Max Verstappen di disputare il normale programma previsto dal team austriaco. Durante la sessione della mattina la monoposto di Milton Keynes ha montato una struttura triangolare nella parte posteriore dell’auto, infulcrata al fondo.


L’intenzione di Newey e company è quella di controllare vibrazioni e flessibilità, in una zona dove l’aria tende a separarsi dal fondo creando stallo in situazioni critiche. Riducendo questo fenomeno si cerca di realizzare cosi un diffusore più estremo.

Ecco la tabella dei tempi completa della mattinata...



Autore: Alessandro Arcari@BerrageizF1

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »