GP MELBOURNE - RACING POINT RP19: quante novità nella parte centrale della RP19

E' sicuramente uno dei Team che meno ha lasciato il segno nella otto giorni di test invernali la Racing Point, meglio conosciuta fino alla scorsa stagione come Force India; la RP19 è scesa in pista in una veste molto acerba dal punto di vista aerodinamico, in preparazione al primo appuntamento stagionale dove era stato previsto un suo corposo aggiornamento aerodinamico. Pezzi nuovi, concentrati principalmente nella parte centrale della vettura che verranno verificati nel corso delle tre ore di libere del venerdì e non nelle più adatte ore di test prestagionali. 


Queste le parole di Otmar Szafnauer, alla vigilia del Gp d'Australia: “La macchina che vedrete a Melbourne sarà piuttosto diversa da quella utilizzata a Barcellona. Abbiamo preso la decisione strategica di sfruttare tutto il tempo a disposizione per sviluppare la macchina. Questo ha fatto sì che restassimo un po’ indietro durante i test. Non è sicuramente facile introdurre nuovi pezzi in ritardo, sappiamo d’avere di fronte una ripida curva d’apprendimento ma crediamo sia un approccio che pagherà sul lungo periodo”.


Partendo dalle modifiche che hanno riguardato i bargeboard,  ben visibili nella seconda immagine dell'articolo, macroscopicamente il layout è molto simile alla vecchia specifica anche se è importante sottolineare l'introduzione di un'ala a boomerang (freccia verde). Novità poi anche sugli specchietti, completamente rivisitati sia nella loro forma che in quella dei due supporti (freccia verde).
RACING POINT RP19 - Test Barcellona 2
Oltre a ciò, guardando la prima immagine dell'articolo confrontata con la terza, sono state apportate modifiche anche ai deviatori di flusso laterali alle pance (freccia rossa) che sono ora costituiti da due macro pezzi di forma molto diversa dei tre visti sulla RP19 dei test spagnoli. Novità anche a fianco di essi visto che sono stati introdotti due supporti svergolati utili a convogliare il flusso lateralmente alle pance.


Infine, grazie all'immagine dell'amico Alessandro Sala, possiamo notare nel posteriore della RP19 lo scarico (freccia arancio) dei prodotti gassosi situati nel basamento dell'endotermico Mercedes. Per chi non ricordasse, dalla scorsa stagione la FIA non permette più di sfogare nel plenum dell’alimentazione i vapori d'olio presenti nel basamento ma obbligatoriamente in atmosfera.

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »