GP MELBOURNE - PIRELLI: monoposto già più veloci del 2018



COSA ABBIAMO IMPARATO DA FP1 E FP2
  • Le monoposto sono più veloci rispetto al 2018. Lewis Hamilton ha ottenuto il miglior tempo di giornata in 1m22.600s, oltre 1,3 secondi più veloce del miglior tempo del venerdì lo scorso anno, nonostante vetture più pesanti. È probabile che in qualifica si migliorerà il record del tracciato.
  • I piloti a metà classifica sono molto vicini, mentre il divario con i team di punta sembra più definito.
  • Come sempre ad Albert Park, si è vista una grande evoluzione della pista tra FP1 e FP2.
  • Il comportamento dei pneumatici è in linea con quanto previsto: oggi i team hanno provato tutte e tre le mescole con temperature che hanno raggiunto i 24° ambiente e i 42° asfalto.
  • Le prestazioni delle mescole sono buone: non sono stati riscontrati casi di blistering o graining. Come ci aspettavamo, gli episodi di graining dei test pre-stagione a Barcellona sono spariti con temperature più alte.
  • Il divario attuale tra medium e soft è di circa 9 decimi al giro, leggermente più ampio rispetto a quanto avevamo calcolato, mentre tra medium e hard ci sono circa sei decimi.
MARIO ISOLA, RESPONSABILE F1 E CAR RACING
“Per prima cosa, gli eventi sportivi di questo weekend non hanno molta rilevanza rispetto all’improvvisa scomparsa di Charlie Whiting che lascia un vuoto enorme e impossibile da riempire. Mancherà molto a tutti noi di Pirelli che abbiamo lavorato con lui sin dal nostro arrivo in Formula 1.
Dal punto di vista dei pneumatici, non ci sono molte sorprese dalle prime prove libere di questa stagione, a parte un divario di quasi un secondo tra soft e medium, un po’ più ampio rispetto a quanto ci aspettavamo. Dai primi feedback che abbiamo ricevuto, i team sembrano soddisfatti delle prestazioni complessive delle tre mescole con queste condizioni. Quest’anno per i tifosi sarà più facile distinguere i pneumatici, con tre colori uguali per tutte le gare. Ci aspettiamo molto da questo fine settimana, con il debutto stagionale su un tracciato che storicamente continua ad evolversi nel corso del weekend”.

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »