FORMULA E: alla scoperta del Sanya E-Prix, sesto appuntamento di Season 5…

0
Giunti quasi al giro di boa la all electric racing series entra nel
vivo del campionato. Per il sesto appuntamento stagionale la giovane categoria
varca ancora una volta i confini asiatici recandosi per l’occasione nella
provincia di
Hainan, dove gli undici
team partecipanti a
Season 5 si
sfideranno nel nuovissimo circuito di
Sanya,
città dal clima tropicale con l’ubicazione più a sud di tutta la
Cina.
La storia della Formula E inizia proprio nello stato cinese, quando la città di Pechino nel 2014 ospitò il primo appuntamento della storia della categoria, per poi
dopo due annate spostarsi ad
Hong Kong.
Nella quinta edizione del campionato tutto elettrico arriva il doppio
appuntamento nel paese più popoloso del mondo, grazie all’ingresso nel
calendario del tracciato di
Sanya.
– Layout
Il circuito si sviluppa nella splendida
cornice della
Haitang bay, dove le monoposto di seconda generazione passeranno
davanti all’iconico
Shangri-La Hotel,
mentre la linea di partenza trova la sua ubicazione sul ponte. Il percorso
studiato dall’organizzazione dello
stato
sovrano dell’Asia Orientale
ha una lunghezza di 2.236 km che comprende 11
curve
(3 a destra e 8 a sinistra), presentando un asfalto con un livello medio di abrasione.
Osservando l’immagine successiva risulta
evidente la netta contrapposizione del circuito di
Sanya rispetto all’ultimo appuntamento mondiale disputatosi a Hong Kong, offrendo un disegno moderno lontano dai soliti layout
cittadini stretti e tortuosi
, zeppi di curve a 90 gradi.
 
Il giro prende il via lungo il breve rettilineo
che porta alla frenata di curva uno, dove inizia
il settore più lento della pista che comprende il susseguirsi di 4
curve
. La giusta traiettoria sarà importante per poter percorrere la zona
più velocemente possibile, sino ad arrivare a curva 5 dove in uscita (passando
per curva 6)
si imbocca il primo dei due
lunghissimi rettilinei divisi fra di loro dal tornantino di curva 8
, punto
papabile per realizzare sorpassi.
In questa parte della pista la trazione meccanica sarà di cruciale
importanza
, per poter raggiungere le velocità massime più elevate.
Lasciandosi alle spalle la seconda retta arriva
l’altra importante staccata del circuito T10, per affrontare poi
l’ultimo tratto del tracciato che ci conduce a sua volta
verso l’ultima curva prima di tagliare il traguardo e completare la
tornata
.
– Attack zone
Durante la disputa del Sanya E-Prix sarà presente come sempre l’utilizzo del discusso “Attack mode”, capace di aggiungere pepe
nei momenti clou della gara. Per il sesto
round
stagionale
il punto di attivazione della
modalità di attacco sarà ubicato all’esterno di curva 3
. Le vetture non
dovrebbero “patire” molto la posizione essendo una zona lenta di
facile interpretazione.
– Orari per l’Italia
Come sappiamo la Formula E trattasi di una categoria fresca e dinamica anche negli
orari di svolgimento,
concentrando tutte
le fasi del fine settimana in una sola giornata
. Tenendo in conto la
differenza oraria con l’Italia, l’azione prende il via con
la doppia sessione di libere intervallata da circa 80 minuti alle 00.30
di sabato 23
.
 
 
Successivamente alle 4.20 della mattinata via libera per le qualifiche valevoli per
l’accesso alla
Super pole, che a sua
volta definirà la griglia di partenza del

Sanya E-Prix. La gara (orario
più accessibile per l’Europa)
scatterà
alle ore 8.00
, quando le monoposto di seconda generazione spingeranno al
massimo per disputare il sesto appuntamento di
Season 5.
– Conclusioni
Sarà ancora una volta molto interessante
osservare le vetture di ultima concezione lungo le strade dei percorsi
cittadini, pensando che
le misure
maggiorate rispetto alle vecchie auto
hanno creato alcune problematiche
nelle curve più strette, dove l’agglomerarsi delle monoposto in alcune
occasioni ha dato vita ad un vero e proprio ingorgo. Inoltre
l’andamento caotico della competizione
spesso e volenti rende imprevedibile la gara, capace di ribaltare completamente
le sorti della sfida regalandoci spendile battaglie e capovolgimenti di fronte
inaspettati.
 
Dando un’occhiata ai primi 5 appuntamenti
stagionale, scopriamo piacevolmente come
il
campionato piloti sia in piena bagarre con ben cinque vincitori differenti di
altrettante scuderie
. Pertanto la sfida che si prospetta davanti a noi
promette come al solito grandissimo spettacolo, con le squadre pronte a fare la
differenza approfittando di ogni piccola sbavatura dell’avversario. Le premesse
per un altro fine settimana ricco di emozioni di certo non mancano, non
restandoci altro che andare alla scoperta della prima volta del
Sanya E-Prix.
Buona Formula E a tutti!

Autore: Alessandro
Arcari
@BerrageizF1
Foto: ABB Formula E

Video: Eurosport

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui