BAHRAIN GP - TOTO WOLFF: Al momento ci manca velocitá nei rettilieni...


Nelle interviste che hanno preceduto il secondo fine settimana della stagione di Formula Uno 2019, il team principal della Mercedes Toto Wolff era sorpreso per il grande rendimento ottenuto dalle frecce d’argento nel circuito australiano semi permanente di Albert park. Effettivamente il dominio delle vetture di Braclkey è stato davvero schiacciante, cominciando dal grande distacco rifilato in qualifica alla Ferrari ribadito poi durante la gara.

Il manager austriaco dopo i test pre-stagionali era convinto che Mercedes fosse dietro come rendimento assoluto della monoposto, e per questa ragione i tedeschi avevano rapidamente indossato le vesti degli inseguitori. Nonstante il trionfo di Melbourne abbia portato parecchie certezze, Toto sapeva molto bene che una rondine non fa primavera, come ha ribadito nei comunicati stampa all’inizio della settimana.

Effettivamente aveva capito che la Ferrari vista nel primo round dell’anno era troppo brutta per essere vera, aspettandosi una pronta “guarigione” della Rossa già per il Gran Premio del Bahrain. La vettura di Maranello di fatto oggi ha ribaltato la situazione, conquistando la prima fila con Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Ciò nonostante il boss Mercedes sembra abbastanza soddisfatto del rendimento della W10, anche se nelle qualifiche ha palesato una carenza rispetto alla vettura di Maranello sui lunghi rettilinei di Sakhir.

In generale nelle curve a lunga percorrenza andavamo veramente bene, essendo in assoluto i più veloci in tutte le curve. Al momento però siamo abbastanza carenti in termini di velocità, e non sappiamo se si tratti semplicemente della pista o per un deficit di potenza rispetto a Ferrari... dobbiamo vedere con calma la situazione.”


Analizzando la gara di domani Wolff cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, augurandosi che le frecce d’argento possano andare all’attacco delle rosse e conquistate la vittoria.

Ovviamente visto la nostra posizione di partenza questa differenza di velocità non è positiva per la gara. Il sorpasso qui è un’opzione più che possibile, ma per realizzarlo è necessario avere una macchia veloce sui rettilinei. Risulta però altresì vero che in gara per avere un ritmo vincente è importante essere molto veloci nelle curve e trattare bene gli penumatici. Speriamo che questa sia la soluzione vincente per noi”.

Autore: Arcari Alessandro -@BerrageizF1
Foto: Mercedes AMG


Share this

Related Posts

Previous
Next Post »