TEST F1 / DAY 6: DAL VOSTRO INVIATO – MERCOLEDì 27

3

Al Montmelò c’è una strana febbre e la Ferrari oggi è un pò scorbutica come il tempo.
La mattina freddo, durante il giorno caldo quasi estivo, e poi la sera di nuovo freddo.
Poi per noi giornalisti c’è il girone infernale della sala stampa.
Un caldo micidiale che ti fa quasi boccheggiare. 
C’è molta gente per il paddock. La Formula Uno si sta risvegliando dal torpore invernale e ormai si sente l’aria del Mondiale.

Inutile nascondere che un pò di preoccupazione c’è stata per il fuori pista di Vettel legato, come ha poi spiegato lo stesso pilota, alla rottura della sospensione anteriore sinistra.
Poiché si deve usare, per regolamento (ah quello dei “quattro ubriachi al bar”…), una sola monoposto, inevitabilmente la giornata di oggi è stata quasi persa.
Leclerc ha potuto fare giusto qualche giro a fine sessione.

Nei test scorsi la Ferrari aveva vinto il Mondiale.
Questi giorni lo ha già perso e la Mercedes è di nuovo imbattibile.
O forse no, la vera sorpresa è la Red Bull.

Come sempre bisogna predicare calma e prudenza e non farsi prendere dall’ansia per un titolo che a Maranello manca da troppo tempo.
I Test servono anche e soprattutto per capire difetti di gioventù di una monoposto, per capire i limiti della PU, assetto, parti elettriche ed elettroniche etc etc.
In sostanza per mettere alla frusta tutto e vedere se qualcosa si rompe. E quindi correre ai ripari.
Tutto nella totale e assoluta normalità. Nulla di cui preoccuparsi.

Intanto vediamo cosa succede negli ultimi due giorni.
Poi, forse e timidamente, si potrà cominciare a capire qualcosa di più sulla reale forze dei tre principali Team.

Mariano Froldi

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui