Formula 1 / Day 7: Leclerc leader, ma quanti incidenti in pista…

2

Penultima giornata di test a Barcellona che ha visto leader Charles Leclerc.


Finalmente i team hanno iniziato a spingere le loro monoposto al limite, così si sono visti dei tempi molto vicini a quelli della qualifica dello scorso anno.
Il pilota monegasco della Scuderia Ferrari ha chiuso la giornata al comando con un 1.16:231 (gomma C5), tempo poco più lento rispetto alla pole di Lewis Hamilton del 2018 (1.16:173). Seconda posizione per Albon con la Toro Rosso (1.16:882), seguito da Lando Norris con la McLaren (1.17:084).

Charles Leclerc ha concluso anticipatamente la giornata, perché la sua SF90 si è fermata sulla salita che porta in curva 9. Non si è trattato di un incidente, bensì di un problema tecnico.

Quarta posizione per Pierre Gasly (1.17:091), seguito da due piloti Renault; quinto Ricciardo (1.17:204), sesto Hulkenberg (1.17:496).


Settima posizione per Lance Stroll (1.17:556), seguito da Antonio Giovinazzi (1.17:639) e Romain Grosjean (1.17:854).

Il pilota canadese del team Racing Point ha avuto diversi problemi durante la giornata, infatti verso la fine della sessione la sua monoposto si è fermata tra curva 9 e 10. I problemi sono di natura tecnica.

Decima posizione per Lewis Hamilton (1.18:097), seguito da George Russell (1.18:130), Kevin Magnussen (1.18:199) e Valtteri Bottas (1.18:862).

Bandiere rosse in pista

La giornata è iniziata con la dichiarazione della Ferrari che spiegava le ragioni dell’incidente di Sebastian Vettel avvenuto ieri mattina. Il tutto si sarebbe verificato a seguito della rottura del cerchione anteriore sinistro conseguentemente ad un impatto con un corpo estraneo.

Quest’oggi, invece, il brutto incidente è “made in Red Bull” con protagonista Pierre Gasly; il pilota francese verso le 15 ha sbattuto la sua RB15 contro le barriere, distruggendo la sua monoposto. Nonostante l’impatto sia stato molto forte, il pilota è uscito indenne dalla macchina.

Ecco la tabella completa della giornata:

Autore: Nicoletta Floris – @nikifloris

2 Commenti

  1. Sarebbe interessante conoscere come le differenti scelte di Ferrari e Mercedes reagiscono seguendo le scie di altre macchine. Quale delle due soffre meno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui