FORMULA E - SANTIAGO E-PRIX: Uno strepitoso Di grassi conquista la pole con il miglior giro della sua carriera...



Giunti al terzo appuntamento di questo campionato mondiale di Formula E la battaglia entra ora nel vivo, con i reali valori dei differenti team che inesorabilmente iniziano ad emergere. La all electric race series trattasi di una categoria giovane con ovvi margini di sviluppo, capaci di rimescolare le carte in tavola da una gara all’altra. Inoltre come abbiamo potuto facilmente apprezzare nei due eventi di Season 5 fin'ora disputati, i distacchi tra le vetture non risultano mai abissali ed al contrario spesso troviamo moltissimi piloti racchiusi nello spazio di pochi decimi. Qui a Santiago i bolidi elettrici di nuova generazione si presentano per la seconda volta, anche se in questa edizione per differenti motivazioni (click qui per saperne di più) si utilizza un layout tutto nuovo, più rapido e accattivante.

Le due sessioni di prove libere svolte nella mattinata lungo le strade del Parque O’Higgins sono state caratterizzante da differenti inconvenienti, tra i quali senza dubbio spicca quello di Sebastien Buemi. Il pilota svizzero infatti durante le libere uno soffre un problema in staccata di curva sette, che lo porta al bloccaggio perdendo di conseguenza la direzionalità del veicolo rendendo inevitabile l'impatto.



La direzione si vede per tanto obbligata ad esporre la bandiera rossa stoppando momentaneamente la sessione, per dare la possibilità ai commissari di rimuovere la monoposto. Nonostante l’entità dello scontro non sia affatto grave, la vettura riporta danni al musetto e la rottura completa del braccio sospensivo anteriore destro. La sua partecipazione alle qualifiche non é in dubbio.

Dando un occhio ai tempi il più veloce delle libere 1 è stato Lucas di Grassi, che con la sua Audi Sport Abt Schaeffler ferma il cronometro in 1:08.630 sfrecciando per le strade del nuovo circuito creato dentro il Parque O'Higgins. Mentre durante le libere 2 con temperature in netto aumento ad imporsi è stato il pilota argentino José Maria Lopez. “Pechito” vista la vicinanza con il paese natale giudica quella si Santiago come la gara di casa, e con il tempo di 1: 08.194 si mette davanti a tutti, disposto a sorprendere con la sua velocità.

Tornando al presente come sappiamo le qualifiche della Formula E si svolgono in maniera particolare, con il formarsi di 4 gruppi distinti. Al termine di tutte le mini sessioni saranno presi in considerazione i 6 migliori crono, che di fatto aggiudicheranno la possibilità ai piloti più rapidi di partecipare alla Super Pole, ultima fase della qualifica. Da qui uscirà il nome del pilota che in gara partirà dal palo aggiudicandosi inoltre i 3 punti in palio previsti dal regolamento per il più veloce.

Gruppo 1

Robin Frijns - Envision Virgin Racing
Jean Eric Vergne - Ds Techeetah
Antonio Feliz Da Costa - BMW I Andretti
Adre Lotterer - Ds Techeetah
Jerome D’ambrosio - Mahindra Racing

La prima sessione è stata molto combattuta con differenti big in pista. Alla fine con il tempo di 1.09.307 Jean Eric Vegne mette tutti a tacere, precedendo per pochi millesimi il suo compagno di squadra Lotterer. D’ambrosio in questa occasione non è sembrato in forma commettendo qualche errore di troppo, che a sua volta non gli ha permesso di esprimere al meglio tutto il potenziale della sua auto.

Gruppo 2

Sam Bird - Envision Virgin Racing
Lucas Di Grassi - Audi Sport
Mitch Evans - Jaguar Racing
Sebastien Buemi - Nissan E-Dams
Alexander Sims - BMW I Andretti

Nella seconda parte delle qualifiche si conferma la velocità in questa configurazione del pilota Sebasatien Buemi, che con la sua Nissan marca il tempo di 1.08.664. Di grassi e Sim Bird sono dietro di solo 2 decimi, mentre la BMW di Sims oggi non è riuscita ad incidere come a Marrakesh pagando quasi mezzo secondo dallo svizzero.

Gruppo 3

Nelson Piquet - Jaguar Racing
Maximilian Gunter - Geox Dragon
Jose Maria Lopez - Geox Dragon
Oliver Rowland - Nissan E-Dams
Daniel Abt - Audi Sport

Oliver Rowland con la stessa vettura di Buemi non riesce ad avvicinarsi al suo compagno di squadra, beccando addirittura sette decimi. Jose Maria Lopez si prende la sesta piazza a mezzo secondo dall’attuale lider svizzero, mente Daniel Abt nonostante si metta in luce con un bel giro risultando il più veloce del suo gruppo, no va oltre il 4 posto nella classifica generale.

Gruppo 4

Stoffel Vandoorne - HWA Racelab
Tom Dillmann - NIO
Gary Paffet - HWA Racelab
Felipe Massa - Venturi
Edoardo Mortare - Venturi

Dopo l’ultima vittoria nello scorso Marrakesh E-Prix il team Mahindra sembra essere in gran forma, tanto che con il tedesco Pascal Wehrlein conquista il primo posto del gruppo 4 con il tempo di 1.08.463, collocandosi primo anche nella classifica generale. Buone notizie anche per Vandoorne che finalmente sembra essersi scrollato da dosso un po di polvere, piazzandosi in 5 posizione a mezzo secondo dalla vetta. La scuderia monegasca Venturi sembra aver fatto qualche piccolo passo in avanti, anche se la cima per loro resta lontana. Felipe Massa con un buon giro si colloca in decima posizione pagando 7 decimi dal primo.

Super Pole

Sam Bird - Envision Virgin Racing
Stoffel Vandoorne - HWA Racelab
Lucas Di Grassi - Audi Sport
Sebastien Buemi - Nissan E.Dams
Daniel Abt - Audi Sport
Pascal Wehrlein - Mahindra Racing

Il primo a scendere in pista per la Super Pole con una temperatura di 32 gradi è Daniel Abt. Il tedesco è stato uno dei piloti più regolari nei primi due appuntamenti, e lo dimostra anche oggi fermando il crono in 1.08.958 migliorando il suo tempo fatto nel gruppo 3.

Tocca poi a Stoffel Vandoorne misurarsi con i top della categoria qui a Santiago, e nonostante sia autore di un buon giro non va oltre la momentanea seconda posizione, perdendo parecchio terreno nell'ultimo settore.

Il terzo pilota a scendere in pista è Sam Bird e con la sua Virgin marca subito il record del primo e del secondo settore, perdendo poi inspiegabilmente tutto il vantaggio accumulato nell'ultima parte dell tracciato, dovendosi alla fine accontentare del terzo posto.

L’altro pilota Audi Lucas Di Grassi è il quarto a sfidare i più veloci del lotto. Il brasailiano è letteralmente scatenato e con una grandissima prestazione ferma il cronometro in 1.08.290, mettendosi davanti a tutti con quasi 7 decimi di vantaggio, autore di un giro davvero straordinario.

È poi la volta di Sebastian Buemi che con la sua Nissan parte molto forte, anche se poco a poco lo svizzero inizia a perdere rendimento ed alla fine del giro si piazza secondo, ottenendo ugualmente un ottimo risultato.

A questo punto l’unico che può rovinare la festa al brasiliano di Audi è Pascal Wehrlein, che con la sua Mahindra Racing ha la possibilità di fare un gran risultato. Purtroppo però nulla può con il capolavoro del brasiliano, e deve addirittura accontentarsi del terzo posto, collocandosi anche dietro Sebastien Buemi.

A fine sessione Lucas Di Grassi è molto soddisfatto per il lavoro effettuato: “ Senza dubbio é stato uno dei migliori giri della mia carriera in Formula E. Abbiamo una grande macchina ma per raggiungere la vetta bisogna fare grandi prestazioni”, racconta il brasiliano ai microfoni dell'organizzazione.

La gara che si disputerà alle 20.00 ora italiana nasconde delle insidie, come ben ricorda il pole man di giornata: “La gara sarà molto differente rispetto alla qualifica visto che le temperature saranno molto più alte. Non abbiamo mai corso con questo caldo...non sarà facile” conclude il pilota Audi

Per dovere di cronaca dobbiamo aggiungere che secondo ultime notizie è in corso una investigazione su Lucas Di Grassi. Il rischio penalizzazione ci sarebbe per un cavillo tecnico.

La terza qualifica dell’anno è stata ancora una volta molto emozionante, confermando la competitività della categoria. Ancora poche ore e potremmo godere di un nuovo spettacolo, sapendo che in gara spesso i valori cambiano, regalando sorprese insospettate.


Ecco la classifica generale dopo le qualifiche del Santiago E-Prix 



Buona Formula E a tutti!

Autore: Alessandro Arcari@BerrageizF1

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »