GP STATI UNITI - LE PAGELLE: i voti della diciottesima gara

Nella settimana dei 39 anni, 113 gare e 5 anni dopo l'ultima, nel giorno dell'anniversario del suo titolo mondiale con la Ferrari, Kimi Raikkonen vince il gran premio degli Stati Uniti! 
Con lui sul podio Verstappen e Hamilton, quindi Vettel e Bottas. Ritirato Ricciardo



Ma vediamo insieme i voti per questa gara:



Ferrari: 8 al team; 10 a Raikkonen; 5 a Vettel

Dopo le ultime gare in ombra, la Ferrari sembra tornata quella di Monza, in grado di lottare con Mercedes. 
Straordinario Raikkonen, dalle qualifiche del sabato alla gestione delle gomme sia nella prima parte con ultrasoft contro la supersoft degli altri, sia nella seconda a preservare la gomma soft per la difesa finale. Sta per lasciare, ma si dimostra ancora uomo squadra, quando al rientro dal pit stop, si ritrova alle spalle di Vettel e nonostante sia su strategia diversa, chiede se può passarlo...
Non altrettanto possiamo dire per Vettel: ottimo in qualifica a mettersi secondo a pochi millesimi da Hamilton, ma pesa la penalità sul groppone rimediata per l'ingenuità di non rallentare a sufficienza con bandiera rossa. Parte 5° e nel tentativo di sorpasso a Ricciardo si gira nuovamente. Se vuoi vincere il titolo contro questi avversari, puoi fare un errore così' in tutta la stagione... 



Red Bull: 8 al team; 10+ a Verstappen; 7 a Ricciardo

Che gara di Verstappen! Non riesce a fare tutta la qualifica per un suo errore che danneggia la sospensione posteriore e il suo team decide di sostituirgli anche il cambio. Parte 18°, ma la rimonta con gomma soft nella prima parte di gara è da spettacolo. Poi mette gomma rossa, e la sfrutta al meglio per oltre 30 giri. Fantastica la difesa negli ultimi giri su un arrembante Hamilton.
Lato Ricciardo c'è poco da dire: la qualifica è buona, alle spalle delle coppie Ferrari-Mercedes; la partenza anche a difendersi in modo pulito sull'attacco di Vettel. Poi l'ennesimo problema tecnico lo lascia a piedi.



Mercedes: 7 al team; 9 a Hamilton; 6 a Bottas

Un altro ottimo weekend per Hamilton: super giro in qualifica a prendersi la pole position, poi quando al via viene superato da Raikkonen prova una strategia diversa a due soste per riprendersi la vittoria, ma la difesa degli avversari lo costringono al terzo posto. Non corre rischi, da buon "professore" quale si è dimostrato quest'anno.
Bottas abbastanza anonimo: in qualifica è quarto dei top 4; in gara subisce l'undercut di Verstappen prima e il sorpasso di Vettel poi nel finale. Ha avuto gare migliori...



Renault: 7 al team; 8 a Hulkenberg; 8 a Sainz

Un buon weekend in cui riescono ad essere la quarta forza con margine rispetto agli avversari.
Hulkenberg meglio di Sainz al sabato a portare la macchina in Q3; all'opposto, Sainz possiamo dire meglio alla domenica anche se è alle spalle del compagno: chiude a soli 7 secondi partendo 11° e scontando 5 secondi di penalità.



Force India: 6 al team; 7 a Ocon; 6 a Perez

Una gara abbastanza anonima per il team: la lotta è limitata all'interno o al massimo con Magnussen.  
Ocon  meglio di Perez soprattutto al sabato, quando riesce a qualificarsi in 6^ posizione contro la 10^ del compagno. Peccato per la squalifica per il consumo eccessivo...



Haas: 5 al team; 5 a Magnussen; 4 a Grosjean

Grande delusione per il team nello weekend di casa. Non c'è nemmeno la consolazione dei punti che Magnussen avrebbe portato a casa infilandosi tra la Force India, pur partendo dalla 12^ posizione, in quanto anche lui viene squalificato per aver consumato più dei 105 kg. di carburante previsti. Sintomo che qualcosa non ha funzionato: non è la prima gara che c'è il limite... 
Male Grosjean che vanifica la bella qualifica in Q3 andando a causare un indicente con Leclerc, mettendo fuori gioco entrambi e rimediando anche una penalità in griglia in Messico.



Toro Rosso: 6 al team; 6,5 a Hartley; 6 a Gasly

Un 6 di incoraggiamento per tutti per quanto lavoro stanno facendo vedere: sostituiscono nuovamente la power unit e devono partire dal fondo; la gara non è male lato Hartley, che riesce ad entrare a punti sfruttando le squalifiche altrui.
Lato Gasly, bene in qualifica: finché ha girato, ha mostrato tempi discreti. In gara si perde nelle retrovie, ma è anche dovuto ai contatti avuti nel primo giro...



Alfa Romeo Sauber: 6 al team; 7 a Leclerc; 5 a Ericsson

Anche su questa pista la differenza tra i due compagni di squadra è stata ben visibile
In qualifica Leclerc entra nuovamente in Q3 e al via la sua partenza è buona. Peccato che Grosjean lo butti fuori e successivamente si deve ritirare. 
Ericsson non pervenuto: escluso in Q1, risale qualche posizione e va a punti per lo stesso motivo di Hartley, altrimenti sarebbe rimasti un miraggio lontano...



McLaren: 4 al team; 6 a Vandoorne; SV Alonso

In qualifica restano entrambi esclusi in Q1; in gara Vandoorne fa quello che può, ma la macchina non gli consente granché.
Alonso subito fuori al via per un attacco decisamente ottimista di Stroll. La sofferenza per lui sta per finire...



Williams: 4 al team; 6 a Sirotkin; 2 a Stroll

C'è poco da dire, la situazione è fin troppo nota. 
Sirotkin porta la macchina al traguardo, ma non ha alcuna chance di fare di più.
Pessimo Stroll al via: va all'attacco in punti impossibili e il risultato è quello di mettere fuori gioco gli avversari. Drive through più che meritato.



di Alessandro Rana (@AleRana95)












Share this

Related Posts

Previous
Next Post »