GP STATI UNITI: Il peso della croce...Rossa

Eravamo al''indomani del GP d'Austria (giugno quindi), quando scrivevo "basta errori".

Nel GP americano purtroppo si è consumato l'ennesimo duplice errore del tedesco della Ferrari. Ammettiamolo...errori banali, ma ormai sintomatici di uno stato d'animo di sicuro non più sereno. Non parlo di errori che si commettono in piena curva a oltre 200 orari mentre cerchi di tenere dietro gente come Lewis o Alonso (per citare dei nomi), ma di errori che un quattro volte campione del mondo in piena lotta per il mondiale non dovrebbe proprio commettere!!

Vedete, i miei (tanti) detrattori mi accusano di odiare Vettel; che faccio il tifo per Lewis!!
Premesso che non ci vedo nulla di male se un italiano, tiene ad un pilota che non necessariamente guida per la rossa (e già solo questo dovrebbe far capire il livello a cui siamo arrivati nel motor sport), è anche vero che il mio accanimento nei riguardi di Seb è più rivolto verso la frangia oltranzista della sua tifoseria che non verso il pilota stesso.
Sono inutili gli elogi, sono inutili le difese, sono inutili gli atteggiamenti ipocriti e bigotti in quanto il tedesco è assolutamente indifendibile!!!



In queste righe si sta affermando che il tedesco sia un brocco? Sia immeritevole di occupare quel sedile o addirittura di stare in F1? Assolutamente no!!!!
Non si diventa campione del mondo per quattro volte di fila (lottando contro Fernando Alonso per altro!!) solo perchè hai la macchina migliore. E non mi interessano in questo momento parlare dei tanti trucchetti usati da RedBull e le beghe che Fernando ha dovuto subire in seno alla squadra durante il suo periodo ferrarista. Se Vettel non avesse avuto il carattere necessario, campione non ci sarebbe mai diventato!

Purtroppo per lui la realtà è drasticamente cambiata. Purtroppo per lui gli è toccato abbracciarsi la croce rossa e tutto il peso che da essa ne deriva...e contrariamente a ciò che dice la curva da stadio del tedesco, la pressione l'ha accusata tutta!!! 

E ora? E ora è arrivato il momento di risollevarsi, perchè se è vero che al peggio non c'è mai fine, è anche vero che tutto quello che doveva succedere quest'anno è successo!!! E' arrivato il momento di reagire. Questo solo Seb può sapere come farlo, ma è imperativo che si liberi di tutti quei fantasmi che ha dentro...altrimenti il nome Ferrari lo schiaccerà definitivamente! La serenità d'animo per un essere umano in generale, e per uno sportivo in particolare nella ricerca della massima prestazione è FONDAMENTALE (questo non lo dico io...ma la neuro scienza!).

Dubito che la monoposto dell'anno prossimo sarà inferiore a questa...dubito che i valori si ribalteranno. Il destino è nelle sue mani. Come lo è stato nelle mani di Kimi, il quale (finalmente!) si è fatto trovare pronto quando si è presentata l'occasione.

Una vittoria meritata, una vittoria importante...una vittoria obbligata per come si era messo il GP!!! Grazie Kimi...grazie di tutto!!



P.S a titolo conquistato dedicherò il mio personale pensiero al Re nero

di Vito Quaranta @quaranta_vito 

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

4 commenti

Write commenti
23 ottobre 2018 12:35 delete

Da ieri stanno girando voci che la federazione abbia imposto alla Mercedes di chiudere i mozzi soffianti delle ruote posteriori con del silicone! Molti imputano l'eccessivo consumo delle gomme di Lewis proprio a questo fatto! Non ci sono comunque delle comunicazioni ufficiali! Ecco, volevo chiedere appunto se la cosa fosse vera o meno! Grazie mille!!!

Reply
avatar
23 ottobre 2018 12:44 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
23 ottobre 2018 12:58 delete

Sarei curioso anch'io....

Reply
avatar
24 ottobre 2018 10:20 delete

Come al solito è facile sparare fango su Seb. Del resto da un fan di Alonso e Hamilton non mi aspettavo altro. Ricordatevi come hanno perso i titoli i vostri idoli, soprattutto Alonso nel 2010, 40 giri dietro a Petrov. Almeno Seb sbaglia ma ci prova, sempre e comunque. O quando Alonso si è schiantato nelle libere del Gp Montecarlo 2010 partendo ultimo, anche lì colpa del muretto? O il jump start in Cina? O il tamponamento di Hamilton in Canada 2008 a Kimi in corsia box?
Sì, faccio parte della frangia di irriducibili del tifo vetteliano, lo tifavo prima che andasse in Ferrari (quando per molti era "il nemico") e l'ho tifato anche nel 2014 quando veniva battuto da Ricciardo (adesso tutti i problemi tecnici in RB guarda caso ce li ha Daniel, coincidenze? Non credo). Sì, Vettel sbaglia e sente la pressione, perché lui è ferrarista dentro fin da bambino, (non come altri che in Ferrari sono venuti solo per i soldi), perché vuole vincere il titolo con Ferrari come il suo idolo e amico Schumi, perché ci crede veramente, perché corre col cuore e con l'anima e non è aiutato dalla FIA o dal direttore di gara come Hamilton (che ha un'intera squadra al suo servizio, compreso il 2° pilota usato come cane da guardia e all'occorrenza kamikaze), non viene mai penalizzato per manovre palesemente irregolari (come il taglio di corsia all'entrata dei box in Germania) e altre cose che non aggiungo. Io sono con Seb, e se non vince il titolo con Ferrari pazienza, non ci è riuscito neanche un certo Alonso, che per alcuni era "il Messia". Adesso lo è Hamilton. Povero Alonso, scaricato anche dai suoi stessi fan.
Maria
PS: spero che il commento non venga eliminato

Reply
avatar