GP MESSICO - REDBULL RB14: il nuovo fondo è molto simile a quello introdotto dalla Ferrari ad Austin

Come anticipato nella giornata di domenica scorsa, per motivi prettamente atmosferici gli importanti aggiornamenti portati ad Austin dalla Ferrari sono stati accantonati dopo il veloce test durante la prima ora e mezza di libere. Comprensibile, con un’ora sola di libere a disposizione prima delle qualifiche, posticipare la loro valutazione nel venerdì del Messico. 

Alle classiche verifiche tecniche del giovedì le due SF71H sono state portate con diverse specifiche di fondo: su quella di Sebastian Vettel è stata montata la specifica introdotta ad Austin mentre per Raikkonen c'è la versione portata in pista a Singapore.

GP MESSICO - RedBull RB14 & Ferrari SF71H | Foto Albert Fabrega

Ma la novità più interessante notata nei box del Messico è il nuovo fondo RedBull, molto simile a quello mostrato solamente 7 giorni fa dal Team italiano. Dalla foto confronto dell'ottimo Albert Fabrega possiamo notare come anche sulla RB14 siano stati aggiunti tantissimi generatori di vortice/deviatori di flusso che hanno la funzione di energizzare ulteriormente il flusso in una zona nevralgica della monoposto. Delle tre vetture della Serie A di questa interessante F1 2018, Ferrari e RedBull sono quelle che si avvicinano maggiormente come concetti aerodinamici con un assetto rake pronunciato; fondamentale quindi, per entrambi i Team, riuscire a sigillare lateralmente il fondo per migliorare l'efficienza aerodinamica del retrotreno e di conseguenza quindi lavorare sul fondo vettura rispetto ad un Team come Mercedes che avendo un concetto Low Rake ha meno necessità da quel punto di vista.

Autore: @smilextech

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »