FORMULA E : Santiago ritorna nel calendario, questa volta con un tracciato super...



La Sesason 5 di Formula E prenderà il via ufficialmente la settimana prossima a Cheste, quando lungo le curve del tracciato valenciano Riccardo Tormo sfreccieranno per la prima volta le monoposto di seconda generazione. Oltre a nuove vetture più prestazionali la federazione internazionale ha deciso di modificare il regolamento, per rendere maggiormente avvincente e spettacolare la giovane categoria. Tuttavia i cambi non si limitano a questo e comprendono un paio di novitá nel calendario. La prima fu svelata qualche settimana fa con l’ingresso della new entry Ad Diriyah (click qui), città dell’ Arabia Saudita che ospiterà la prima gara stagionale della all-electric race series, nel circuito ricavato dalle strade della città collocata nella periferia a nordovest della capitale Riad.
La seconda novità è fresca di ufficializzazione, con il comunicato stampa della FIA che formalizza l'atteso ritorno di Santiago, dove i bolidi elettrici torneranno a competere nel terzo appuntamento stagionale fissato per il 26 gennaio. Tuttavia seppur il layout della pista troverá ancora una volta ubicazione nelle strade del centro sarà completamente differente. Questa volta l’evento si realizzerà nel Parque O’Higgins di Santiago attorno alla Movistar Arena nonostante i disordini che si crearono la stagione passata, per una disputa tra il comune della stessa città e il governo, senza contare i danni provocati da un camion dell’organizzazione alla scultura dell’artista cilena Rebeca Matte posizionata vicino al Museo de Bellas Artes.
Sembrerebbe infatti che il comune si sia accorto degli errori passati ponendo rimedio come conferma il sindaco di Santiago Felipe Alessandri: “Abbiamo imparato e ascoltato i vicini...stiamo parlando con loro per mitigare le esternalità negative che significa organizzare questo evento all'interno del Parque O'Higgins. Pertanto il lavoro viene svolto durante il giorno mantenendo l'accesso aperto, con le piscine e le aree ricreative ancora in funzione. Come è successo a Parque Forestal, i fondi ottenuti dal concetto di diritti municipali sono investiti in progetti che migliorano la qualità della vita per i residenti, come l'installazione di una nuova illuminazione pubblica, il recupero di facciate, l’installazione di dissuasori, miglioramenti ai parchi giochi, ulteriori aree per animali domestici e una nuova zona attrezzata per esercizio fisico”.
Pertanto l’evento si trasforma in privato senza nessun apporto statale, coprendo tutte le spese con l’impresa Antofagasta Mineral, che comparirà come sponsor sulle varie monoposto durante tutta la stagione. Il gruppo minerario cileno si farà carico dei costi organizzativi e strutturali della zona. Da rimarcare che per facilitare la manifestazione il comune di Santiago cambia le sue pretese economiche, abbassando di fatto il prezzo del diritto d’uso del parco.


 Tornando per il secondo anno consecutivo Antofagasta Minerals amplia la sua affiliazione con la Formula E, diventando partner ufficiale del campionato oltre a essere main sponsor del evento. Inoltre, vorrei esprimere la mia gratitudine per la loro continua collaborazione e non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con loro mentre si uniscono alla nostra famiglia come partner ufficiale", dichiara Alberto Longo co-fondatore della Formula E che poi aggiunge: “Sono incredibilmente felice che Santiago sarà di nuovo presente nel calendario ABB FIA Formula E Championship per la quinta stagione. Ho dei ricordi particolarmente affascinanti dell'evento dello scorso anno, mi piace molto l'atmosfera della città e lo sfondo delle Ande. Vorrei ringraziare il sindaco Felipe Alessandri per il suo sostegno, così come il Ministro dello sport Pauline Kantor, il Ministro dell'energia Susana Jiménez, l'Intendente della regione metropolitana Karla Rubilar ed infine il presidente del FADECH Mauricio Melo Avaria per aver permesso di ospitare una gara in Cile. Parque O'Higgins è il luogo ideale per un evento sportivo internazionale come il nostro”, conclude entusiasta il chief championship officer della categoria completamente elettrica.

Il tracciato ancora in attesa di omologazione da parte della federazione internazionale sarà composto da 14 curve (7 a sinistra e 7 a destra), percorrendo gran parte del parco O'Higgins e transitando nelle vicinanze dello stadio Movistar Arena. Dopo la prima frenata del circuito incontriamo 5 curve in rapida successione di media velocità, dove la trazione meccanica sarà importante per essere veloci, per poi immettersi con un altra curva di 90º destrorsa in una lunga accelerazione percorrendo una mezza luna intervallata da una chicane.


Da tenere d’occhio senz’altro la forte staccata di curva 12, essendo un punto plausibile dove effettuare manovre di sorpasso. La pista comprende poi una sezione di scorrimento ad alta velocità con due rette che portano direttamente al lungo rettilineo di partenza.
Osservando la versione 2.0 del layout ricavato nella capitale cilena di Santiago, possiamo notare come a differenza del suo predecessore siano sparite tutte quelle curve a 90 gradi tipiche dei circuiti cittadini, lasciando spazio a un disegno più attraente. In attesa dell’omologazione della FIA, parrebbe pertanto che il nuovo tracciato si possa attestare tra le novità più succose di Season 5, promettendo una sfida ricca di emozioni.

AutoreAlessandro Arcari @BerrageizF1-  @motorlat  


Fonti fotoABB Formula E



Share this

Related Posts

Previous
Next Post »