GP FRANCIA - PIRELLI: analisi qualifiche

LEWIS HAMILTON CONQUISTA LA POLE POSITION SU ULTRASOFT DOPO QUALIFICHE COMBATTUTE E CON METEO INCERTO 

MERCEDES E RED BULL PARTIRANNO SU SUPERSOFT DOPO AVER SUPERATO IL Q2 CON QUESTA MESCOLA 

STRATEGIA PIÙ PROBABILE A UN SOLO PIT STOP CON POSSIBILITÀ DI PIOGGIA IN GARA 


Le Castellet, 23 giugno 2018 – Grazie al tempo di 1m30.029s ottenuto su pneumatici ultrasoft, Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio di Francia. Il pilota Mercedes ha ricevuto il Pirelli Pole Position Award da Simon Yates, ciclista britannico che prima delle qualifiche ha completato un giro cronometrato del Paul Ricard su pneumatici tubolari Pirelli P Zero Velo con i quali il suo team Mitchelton-Scott debutterà in una competizione ciclistica del World Tour all’imminente Tour de France. Hamilton ha ottenuto la pole con P Zero Purple ultrasoft nonostante qualche goccia di pioggia caduta nel corso del Q3. Le previsioni meteo rimangono incerte per la gara. Entrambi i piloti Mercedes e Red Bull hanno superato il Q2 su P Zero Red supersoft e di conseguenza utilizzeranno questa mescola al via. La strategia più probabile sembra essere a un solo pit stop, ma non è da escludere quella a due soste.

MARIO ISOLA – RESPONSABILE CAR RACING 
“Oggi le temperature ambiente e asfalto sono state molto più basse rispetto a ieri e la forte pioggia in FP3 ha ‘pulito’ la pista. I team hanno dovuto affrontare condizioni asfalto diverse rispetto a ieri, nel corso di qualifiche rese ancora più difficili dall’interruzione per bandiera rossa durante il Q3. I tempi ottenuti dai piloti di testa sono molto ravvicinati. Sebastian Vettel (Ferrari), terzo in qualifica, sarà l’unico pilota tra i primi cinque a partire con pneumatici ultrasoft: le prime fasi della gara potrebbero quindi essere molto interessanti”.

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »