GP CINA – FERRARI SF71H: provata un’ala posteriore da minor carico in vista di Baku

1
Nessun nuovo fondo dopo le piccole novità introdotte in Bahrain, almeno per quel che abbiamo potuto vedere e capire, per la Ferrari della Cina; è stata però portata in pista una nuova ala posteriore, a cucchiaio, in vista del prossimo Gran Premio che si correrà a Baku tra poco più di due settimane.
FERRARI SF71H – Ala posteriore provata nelle PL1 del GP Cina

Come potete osservare dall’immagine in alto, il profilo principale dell’ala (1) ha una forma a cucchiaio per concentrare il carico nella zona centrale scaricandone la zona esterna.
Sugli endplate le soffiature nella parte alta sono diventate cinque (2) ma, a differenza dell’ala in versione “classica”, nella nuova versione quattro sono completamente aperte rispetto al bordo d’ingresso mentre quella più in basso è ancora chiusa.
FERRARI SF71H – Ala posteriore utilizzata in Australia e in Bahrain
Tali caratteristiche delle soffiature, introdotte dalla Toro Rosso nella stagione 2016 e poi pian piano copiate da molti Team, sono utili ad alleviare la pressione e quindi lo strato limite sulle derive verticali favorendo allo stesso tempo una maggior accelerazione del flusso sul dorso del flap mobile (zona esterna). A differenza dell’ala a cucchiaio che il Team italiano ha portato in pista la scorsa stagione, non sono stati modificati gli attacchi dei piloni all’ala posteriore che rimangono nella versione classica “a cigno”; 
Un’ala sicuramente da minor carico che la Ferrari ha voluto testare in vista del Gran Premio di Baku, su un circuito che contiene un rettilineo ancora più lungo di quello presente in Cina e dove riuscire a generare elevate velocità è fondamentale per non perdere qualche importante decimo di secondo.
MERCEDES W09 – L’ala posteriore a cucchiaio vista in Cina (foto Albert Fabrega)

Un esperimento simile è stato effettuato anche dalla Mercedes
anche se c’è da sottolineare come il Team anglo tedesco non abbia dedicato molto tempo alla nuova specifica di ala posteriore, al contrario di Vettel che nella prima ora e mezza di prove libere si è concentrato molto sul testing dell’ala a cucchiaio.

Autore: @smiletech

1 commento

  1. Buonasera,
    volevo chiedervi in che modo un'ala a configurazione a cucchiaio sia a basso carico. Le vene fluide sopra e sotto i flap percorrono in egual maniera il percorso?
    Grazie.
    Marco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui